Rugby & doping: Dyantyi, confermata la positività

L’ala del Sudafrica e dei Lions positivo a degli steroidi anabolizzanti. Rischia un lungo stop.

Nel 2018 è stato eletto “World Rugby Breakthrough Player of the Year”, cioè la miglior promessa del rugby mondiale. Un anno dopo, però, la carriera di Aphiwe Dyantyi (25 anni compiuti proprio pochi giorni fa)rischia un lungo e pesante stop. Colpa del doping e degli steroidi anabolizzanti.

Le controanalisi, infatti, hanno confermato la positività dell’ala degli Springboks (comunque era fuori dalla rosa per i Mondiali, ndr.) e dei Lions a diverse sostanze: Metandrostenolone, Metiltestosterone e LGD 4033. Tradotto, steroidi anabolizzanti.

Ora Dyantyi potrebbe ammettere le sue colpe e puntare a una riduzione della pena, o proseguire – come fatto dopo la prima positività – a dichiararsi innocente e tentare la carta del tribunale. Se innocente, dunque, potrà provare a scagionarsi, ma se colpevole (e difficilmente quel numero di steroidi li assumi per sbaglio, ndr.) rischia uno stop davvero lungo.

Foto – Instagram/aphiwe_q04

Rispondi