Test Match: oggi ci si gioca la vetta mondiale

I test di oggi vedono All Blacks, Galles, Irlanda e Inghilterra puntare alla leadership globale.

Cambierà il ranking mondiale in vetta dopo questo fine settimana? La risposta l’avremo alla fine della lunga giornata di oggi, con la Nuova Zelanda chiamata a difendere il proprio primo posto mondiale che detiene dal lontano 2009. 10 anni che potrebbero terminare proprio oggi, perché non tutto è nelle mani degli All Blacks.

La Nuova Zelanda, infatti, è attualmente prima con 89.04 e precede il Galles che ha 88.89 punti. Segue l’Irlanda con 88.64 e, infine, quarta l’Inghilterra, più staccata, con 87.34 punti. Partiamo dal primo dato, se gli All Blacks vincono non manterranno matematicamente la vetta. In caso di successo del Galles, infatti, i Dragoni balzeranno in vetta qualsiasi sia il risultato all’Eden Park di Auckland. Anche l’Inghilterra può finire prima, indipendentemente dal match della Nuova Zelanda, dovesse espugnare Cardiff con più di 15 punti di scarto.

Se gli All Blacks dovessero perdere nuovamente contro l’Australia, o anche solo pareggiare, perderebbero matematicamente la vetta. Non solo, perché in caso di vittoria del Galles o dell’Inghilterra, finirebbero terzi alle spalle anche dell’Irlanda. Se, infine, gli All Blacks non vincessero e a Cardiff finisse pari, allora in vetta finirebbe quell’Irlanda che questo weekend neanche gioca.

Un weekend da non perdere, dunque, e che regala anche diverse chicche statistiche. Dovessero finire in vetta Galles o Irlanda, sarebbe la prima volta per una delle due nazionali nella storia del ranking mondiale. Per l’Inghilterra, invece, sarebbe un ritorno atteso 15 anni, cioè dal giugno 2004. Se la Nuova Zelanda perderà la vetta, lo farà dopo quasi un decennio, avendo conquistato il primo posto (ai danni del Sudafrica) il 16 novembre 2009. Ma non solo, perché in caso di risultati clamorosi sui vari campi la matematica dice che gli All Blacks potrebbero addirittura crollare al sesto posto.

Rispondi