Test Match: Italia, con la Russia per convincere

I ragazzi di Conor O’Shea, con una formazione praticamente tipo, non possono sbagliare a San Benedetto del Tronto.

Vincere, bene, e convincere. Per scacciare i fantasmi degli ultimi mesi, per rintuzzare le critiche e affrontare l’ultimo mese prima dei Mondiali in Giappone con una maggiore serenità. Contro la Russia, infatti, l’Italia non ha alibi. Se si vuole continuare lo storytelling di una squadra che punta a giocarsi i quarti di finale iridati, allora i russi devono essere una formalità, soprattutto con il XV scelto dal tecnico irlandese.

La partita si disputerà nel pomeriggio di oggi alle 18.25 allo Stadio Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto, secondo test in preparazione della Rugby World Cup. La partita sarà trasmessa in diretta su Rai 2. Arbitro dell’incontro sarà l’inglese Carl Dickson, alla prima direzione di gara con gli azzurri.

“Abbiamo rispetto per la Russia – ha esordito Sergio Parisse ieri nella conferenza stampa a conclusione dell’allenamento di rifinitura che precede il giorno di gara – squadra che di certo non regalerà nulla sul campo. Vogliamo vincere mettendo in campo il nostro rugby. I carichi di lavoro in questo periodo sono intensi e un po’ di stanchezza potrebbe essere fisiologica: saremo al massimo per l’esordio contro la Namibia il prossimo 22 settembre a Osaka”.

“La gara di domani sarà importante per testare in che condizioni siamo sia dal punto di vista fisico che tecnico, visto che giocheremo contro un avversario con cui non siamo abituati a giocare. Sarà l’ultima chance per Conor e tutto lo staff per scegliere i 31 giocatori che andranno al Mondiale. Namibia e Canada in pochi giorni saranno gare impegnative. Sarà fondamentale gestire bene questo aspetto: dobbiamo vincere queste due partite per giocarci il passaggio del turno contro il Sudafrica. Ora il focus resta su di noi e sulla nostra preparazione e poi penseremo agli avversari al Mondiale”.

“Arriveremo in forma fisicamente e saremo pronto anche dal punto di vista del ritmo del gioco. Abbiamo molto chiaro il piano per il Giappone. E’ stato svolto un lavoro ottimo a Pergine Valsugana, ai propri club di appartenenza e anche qui a San Benedetto. La preparazione è stata bilanciata bene senza avere carichi mentali eccessivi” ha concluso Parisse.

ITALIA – RUSSIA

Sabato 17 agosto, ore 18.25 – Stadio Riviera delle Palme, San Benedetto del Tronto
Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Mattia Bellini, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Matteo Minozzi, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Jake Polledri, 6 Abraham Steyn, 5 Federico Ruzza, 4 David Sisi, 3 Tiziano Pasquali, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Federico Zani, 17 Simone Ferrari, 18 Marco Riccioni, 19 Alessandro Zanni, 20 Sebastian Negri, 21 Callum Braley, 22 Carlo Canna, 23 Edoardo Padovani
Russia: 15 Vasily Artemyev, 14 German Davydov, 13 Vladimir Ostrouhsko, 12 Dmitry Gerasimov, 11 Kirill Golosnitsky, 10 Ramil Gaisin, 9 Dmitry Perov, 8 Viktor Gresev, 7 Tagir Gadzhiev, 6 Nikita Vavilin, 5 Andrei Ostrikov, 4 Andrei Garbuzov, 3 Kirill Gotovtsev, 2 Stanislav Selsky, 1 Valery Morozov
In panchina: 16 Evgeny Matveev, 17 Andrei Polivalov, 18 Vladimir Podrezov,19 Bogdan Fedotko, 20 Vitaly Zhivatov, 21 Vasily Dorofeev, 22 Yuri Kushnarev, 23 Vladislav Sozonov
Arbitro: Carl Dickson

Rispondi