Mondiali 2019: Irlanda, il XV per l’Italia

Joe Schmidt sperimenta in qualche ruolo, ma sceglie una formazione di assoluto valore.

Joe Schmidt ha ufficializzato la formazione che sabato alle 14 locali (15 ITA) affronterà l’Italia all’Aviva Stadium di Dublino nel primo Test Match estivo in preparazione della Rugby World Cup 2019, partita che sarà trasmessa su Rai 2 con collegamento a partire dalle 14.50.

Nel XV irlandese non figurano i nomi di veterani come Best e Sexton, ma i giocatori che scenderanno in campo formano un mix di esperienza e giovani pronti a giocarsi le proprie carte per un posto al Mondiale. La seconda linea David Toner è il giocatore in campo con più caps seguito da McGrath in prima linea rispettivamente con 64 e 54 presenze. Prima uscita con la maglia dell’Irlanda per Jean Kleyn. Capitano sabato sarà Rhys Ruddock.

IRLANDA

15 Jordan Larmour (Leinster)
14 Andrew Conway (Munster)
13 Garry Ringrose (Leinster)
12 Chris Farrell (Munster)
11 Dave Kearney (Leinster)
10 Joey Carbery (Munster)
9 Luke McGrath (Leinster)
8 Jordi Murphy (Ulster)
7 Tommy O’Donnell (Munster)
6 Rhys Ruddock (Leinster)
5 Jean Kleyn (Munster)
4 Devin Toner (Leinster)
3 Andrew Porter (Leinster)
2 Rob Herring (Ulster)
1 Jack McGrath (Leinster)
A disposizione  
16 Niall Scannell (Munster)
17 Cian Healy (Leinster)
18 John Ryan (Munster)
19 Iain Henderson (Ulster)
20 Tadhg Beirne (Munster)
21 Kieran Marmion (Connacht)
22 Jack Carty (Connacht)
23 Mike Haley (Munster)

Un commento su “Mondiali 2019: Irlanda, il XV per l’Italia

  1. Ciao Duccio “sperimenta in qualche ruolo”? Mi sembra una formazione completamente sperimentale, di titolari qua bene o male ci sono solo Healy (in panca)Toner (e si puo’ anche discutere se sia ancora titolare o se vada con Ryan affiancato da Henderson) e Ringrose.

    Best, Furlong, James Ryan, POM, CJ, VdF, Murray, Sexton, Aki/Henshaw, Earls, Stockdale, R. Kearney son tutti fuori. Da un primo cap a Kleyn e Haley.

    La qualita’ comunque della formazione che e’ innegabile ci sia viene dalla profondita’ della rosa ed il fatto che anche schierando gente che potenzialmente e’ una terza scelta ci sia grande qualita’.

    Dove si posiziona ad esempio un Luke McGrath? Dopo Murray ok, ma poi? Marmion-L. McGrath-Cooney credo che la gerarchia sia ancora da definire ed io non sarei scioccato se alla fine della fiera McGrath manco andasse al Mondiale. Ma discorso simile per Herring-Scannell-Cronin, J. Ryan-Bealham-Porter dietro Furlong, Jack McGrath deve vedersela con Kilcoyne che ha avuto una stagione migliore come vice Healy, in terza poi per un O’Donnell forse siamo oltra la terza scelta ideale (mancan Leavy e SOB). Conway un altro dato molto in forse in chiave RWC, e con Aki ed Henshaw direi che anche Farrell ha tutto tranne che il biglietto per l’aereo.

Rispondi