Rugby Championship: Sudafrica a un passo dal titolo

Si disputa sabato l’ultimo turno del torneo downunder e gli Springboks guardano tutti dall’alto.

Nell’anno dei Mondiali vincere la Rugby Championship non porta bene, anzi. Lo sa l’Australia, vincitrice nel 2015 e nel 2011, ma lo sa soprattutto la Nuova Zelanda, vincitrice nel 2007 e poi amaramente sconfitta ai quarti ai Mondiali in Francia, così come nel 2003 e nel 1999. E lo teme, forse, il Sudafrica.

Sabato si chiude la Rugby Championship 2019 e gli Springboks guidano la classifica con 7 punti, grazie al successo sui Wallabies e il pareggio in extremis in casa degli All Blacks. Neozelandesi che sono secondi, con 6 punti, mentre l’Australia segue a quota 4 e l’Argentina chiude con 2 punti.

Sabato, dunque, si deciderà tutto nelle due sfide in programma. Si inizia a Perth, Australia, dove si sfideranno Wallabies e All Blacks. Chi vince resta in corsa per il titolo, chi perde dice addio ai sogni di gloria e dovrà aspettare i Mondiali. In serata ci si sposta a Salta, Argentina, dove i Pumas ospitano gli Springboks. Al Sudafrica basterebbe un pareggio per laurearsi campioni, ma vorrà vincere per dare un importante segnale in vista del Giappone.

Foto – Instagram/allblacks

Un commento su “Rugby Championship: Sudafrica a un passo dal titolo

  1. Springboks che stanno toccando ferro, legno e tutto quello che possono 🙂
    Comunque si, hanno la vittoria in mano, ma devono vincere in Argentina, cosa non banale comunque (chiedere agli All Blacks alla prima giornata). Quattro punti bastano a patto che mantengano i 14 (se non sbaglio) punti di vantaggio come differenza punti. Giocando dopo, ad ogni modo, possono giocare in base al risultato di Perth, ma son d’accordo che vincere il Championship – per quanto possa portare sfortuna – darebbe un bel segnale e soprattutto fiducia agli uomini di Erasmus.

Rispondi