Mondiali 2019: Italia, 38 convocati per i test con Irlanda e Russia

Out Zilocchi, Ghiraldini e Violi tra gli azzurri per le prime amichevoli in vista del Giappone.

Conor O’Shea ha convocato 38 azzurri per i test pre-Mondiali con l’Irlanda (Dublino 10.8 ore 15) e la Russia (San Benedetto del Tronto, 17.8 ore 18.25), prime amichevoli in vista dei Mondiali di Giappone 2019. Entrambe le partite saranno trasmesse in diretta su Rai 2.

Dopo due mesi di lavoro a Pergine Valsugana e nei rispettivi Club e Franchigie di appartenenza, la strada degli Azzurri di Conor O’Shea verso la Rugby World Cup giapponese entra nella propria fase cruciale.

Quattro test-match in cinque settimane, con tre trasferte in Irlanda, Francia e Inghilterra e il Cattolica Test Match contro la Russia che, per la prima volta, il prossimo 17 agosto, porterà il grande rugby internazionale al “Riviera delle Palme” di San Benedetto del Tronto.

A dar fuoco alle polveri alle sfide pre-mondiali, sabato 10 all’Aviva Stadium di Dublino e in diretta su Rai 2 alle ore 15, sarà il test-match contro l’Irlanda, una delle potenziali favorite per la corsa iridata: si riparte dal 16-26 con cui i verdi hanno espugnato Roma in febbraio nella terza giornata del Guinness Sei Nazioni 2019, ribaltando nella ripresa il 16-12 con cui l’Italia era andata in vantaggio al riposo.

Una settimana dopo, sabato 17 agosto alle 18.25 sempre in diretta in chiaro su Rai 2, Parisse e compagni scenderanno in campo davanti al pubblico di casa per ricevere la Russia a San Benedetto del Tronto nel Cattolica Test Match che costituisce l’unica sfida interna pre-mondiale: l’ultimo confronto tra gli Azzurri e il XV russo risale ai Mondiali del 2011 in Nuova Zelanda, con vittoria per 53-17 dell’Italrugby all’epoca guidata da Nick Mallett.

Per i due primi test-match estivi, O’Shea ha convocato oggi trentotto giocatori che si ritroveranno da domenica sera a Limerick, dove si alleneranno sino all’8 di agosto per poi raggiungere la capitale irlandese e finalizzare la preparazione al debutto stagionale contro gli uomini di Joe Schmidt, attualmente terza forza del ranking internazionale.

Marco Fuser, Cherif Traorè, Marcello Violi e Giosuè Zilocchi continueranno invece i rispettivi percorsi di recupero presso le proprie Franchigie di appartenenza, con il veterano Leonardo Ghiraldini che resterà a sua volta a Treviso per continuare il lavoro differenziato.

Questi incontri sono fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo dati per la Rugby World Cup 2019. Non è un compito facile per nessun giocatore cominciare la stagione con un test-match, ma è la sfida che tutte le squadre stanno affrontando.

Faremo in modo di coinvolgere tutti i trentotto giocatore convocati per la trasferta in Irlanda nel corso delle prime due partite ed anche se solo trentuno atleti voleranno in Giappone per i Mondiali c’è moltissimo rugby da giocare nel corso di questo mese per far sì che tutti i giocatori coinvolti nella preparazione estiva possano essere pronti per essere chiamati in caso di necessità. I ragazzi hanno lavorato incredibilmente duro in estate ed adesso sono pronti ad entrare in modalità partita” ha dichiarato il CT dell’Italia, Conor O’Shea.

ITALIA – convocati

Piloni
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 22 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 34 caps)
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 18 caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 9 caps)
Marco RICCIONI (Benetton Rugby, esordiente)
Federico ZANI (Benetton Rugby 7 caps)

Tallonatori
Luca BIGI (Zebre Rugby Club, 19 caps)
Oliviero FABIANI (Zebre Rugby Club, 7 caps)
Engjel MAKELARA (Benetton Rugby, esordiente)

Seconde Linee
Dean BUDD (Benetton Rugby, 20 caps)
Marco LAZZARONI (Benetton Rugby, 3 caps)
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 12 caps)
David SISI (Zebre Rugby Club, 5 caps)
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 111 caps)

Flanker/n.8
Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club, 3 caps)
Giovanni LICATA (Zebre Rugby Club, 7 caps)
Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 16 caps)
Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 16 caps)
Sergio PARISSE (Tolone, 138 caps)
Jake POLLEDRI (Gloucester, 8 caps)
Abraham STEYN (Benetton Rugby, 30 caps)
Jimmy TUIVAITI (Zebre Rugby Club, 3 caps)

Mediani di mischia
Callum BRALEY (Gloucester, esordiente)
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 31 caps)
Tito TEBALDI (Benetton Rugby, 32 caps)

Mediani di Apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 48 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 32 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 8 caps)

Centri
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 56 caps)
Michele CAMPAGNARO (Harlequins, 42 caps)
Luca MORISI (Benetton Rugby, 25 caps)
Marco ZANON (Benetton Rugby, 1 cap)

Ali/Estremi
Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 17 caps)
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club, 11 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby, 20 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 17 caps)
Matteo MINOZZI (Wasps, 10 caps)
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club, 20 caps)

non considerati per infortunio: Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 20 caps), Marco FUSER (Benetton Rugby, 33 caps), Leonardo GHIRALDINI (svincolato,  104 caps), Cherif TRAORE’ (Benetton Rugby, 10 caps), Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 15 caps), Giosuè ZILOCCHI (Zebre Rugby Club, 2 caps)

Un commento su “Mondiali 2019: Italia, 38 convocati per i test con Irlanda e Russia

  1. fra gli avanti Mbanda e Giammarioli non li utilizzi ovunque mentre Lazzaroni (la clonazione di Zanni) con le maglie dal 4 al (quasi) 8 sai di poter contare sulla prestazione superiore. Zanni più di Tuivaiti che ha dimostrato di meritarsi la maglia azzurra solo a COS (che non è poco. McKinley portarlo in Giappone? Se ci fosse bisogno urgentemente di una apertura hai Padovani ma anche Hayward. Perché il Manager continua a non considerare (ostinatamente) Trussardi e convocare Palazzani? Dai Ghira che vogliamo rivederti in azzurro!

Rispondi