Sport & Politica: quell’invito che imbarazza

Il nuovo presidente-a.d. di Sport e Salute, Rocco Sabelli, ha invitato i presidenti federali a una riunione. Ma c’è un’assenza che pesa.

Imbarazzo e rabbia. Imbarazzo per alcuni presidenti federali, rabbia del presidente del Coni, Giovanni Malagò. Per il prossimo 31 luglio il presidente-a.d. di Sport e Salute, Rocco Sabelli, ha invitato i presidenti delle Federazioni sportive a un incontro per discutere la famosa riforma voluta dal governo e che stravolge il Coni e lo sport italiano in generale.

Una riunione cui, però, non è stato invitato il presidente del Coni Giovanni Malagò, che non l’ha presa bene – come scrive il Corriere dello Sport. “Onestamente è una sorpresa, questa cosa non la capisco” ha dichiarato il numero 1 dello sport italiano. E i presidenti federali? Si trovano tra l’incudine e il martello, con alcuni che hanno già dichiarato di andare senza problemi, altri che sono in imbarazzo e qualcuno, come il presidente della Federgolf, Franco Chimenti, che ha dichiarato che senza Malagò sarà assente anche lui.

Insomma, lo sport italiano sta vivendo un lungo periodo di incertezza, di dubbi e di scontro. Politico, nato dalla volontà del governo M5S/Lega di riformare il sistema Coni, e che sembra non finire. Ma le notizie non sono tutte negative. E’ di ieri, infatti, l’annuncio che le Federazioni quest’anno avranno 60 milioni in più da spartirsi. Attenzione, però, perché la politica chiede che questi soldi vengano giustificati, che siano mirati non solo alle vittorie d’elite ma anche alla diffusione dello sport, al sociale e – ops – a garantire bilanci in positivo, senza sprechi o spese non giustificabili.

Rispondi