Super Rugby: cioè quando la notizia è se la Nuova Zelanda perde

La vittoria dei Crusaders conferma un dominio delle franchigie “all black” che è quasi totale.

I Crusaders battono gli Jaguares e conquistano il loro terzo titolo consecutivo. La finale del Super Rugby di sabato scorso ha confermato i pronostici, ma soprattutto ha confermato come downunder il dominio neozelandese è quasi totale.

Dal 1996, anno in cui nacque l’allora Super 12, sono state ben 17 le edizioni vinte dalle squadre neozelandesi, con i Crusaders che hanno portato a casa addirittura 10 trofei, precendendo i Blues (3 titoli, ma l’ultimo nel lontano 2003) e i Chiefs (2 vittorie). In tutto, oltre ai 17 titoli, altre nove volte una formazione neozelandese è arrivata in finale (5 volte la finale è stata tutta neozelandese).

E le altre? L’Australia ha trionfato 4 volte in tutto (con 6 squadre che si sono fermate in finale), con i Brumbies che hanno vinto 2 volte e un successo a testa per Waratahs e Reds (ultima vittoria con i Tahs nel 2014). Il Sudafrica, invece, ha vinto solo 3 volte, sfiorando il titolo 8 volte, con tutti i successi arrivati con i Bulls tra il 2007 e il 2010. Una finale per l’Argentina, quest’anno, e nulla per il Giappone.

Insomma, in 24 edizioni del Super Rugby la Nuova Zelanda ha trionfato 17 volte, lasciando di fatto le briciole agli avversari. Non solo, perché su 24 edizioni solo tre volte una squadre neozelandese non era in finale. E’ successo nel 2001 (Brumbies-Sharks), nel 2007 (Sharks-Bulls) e nel 2010 (Bulls-Stormers). Da allora, cioè nelle ultime nove edizioni, una formazione neozelandese è sempre arrivata in finale, vincendo 7 volte.

Foto – Instagram/crusadersrugbyteam

Rispondi