Universiadi: il Seven sfila a Napoli

Gli atleti azzurri hanno sfilato al San Paolo alla cerimonia inaugurale delle Universiadi.

I ventiquattro atleti ed i rispettivi staff tecnici delle Nazionali Italiane Universitarie Seven maschile e femminile hanno sfilato davanti agli oltre trentamila del San Paolo per la cerimonia inaugurale della 30esima Summer Universiade Napoli 2019.

Un Vesuvio ricostruito da giochi di luce, effetti scenografici e pirotecnici ha funto da sfondo alla sfilata degli atleti che hanno dato il via ufficialmente ai giochi olimpici degli universitari. Una “U” riprodotta sul terreno a simboleggiare il golfo di Napoli, l’unione dei popoli, la lettera iconica che simboleggia le Universiadi. Curata dalla Balich Worldwide Show, la cerimonia ha espresso in più sfaccettature i concetti fondanti dell’evento tra cui l’Università, lo Sport e l’Universalità durante le circa tre ore di svolgimento.

Come da protocollo l’intera delegazione italiana del CUSI è entrata per ultima nel San Paolo, accolta dal boato del pubblico napoletano. Gli Azzurri e le Azzurre della palla ovale hanno preso parte con entusiasmo al cerimoniale, anch’essi molto emozionati e divertiti a conferma del clima di festa e coinvolgimento della manifestazione.

Oltre alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, hanno preso parte all’evento numerose alte cariche istituzionali italiane ed europee, non solo del mondo della politica locale e nazionale, ma soprattutto del mondo sportivo. In rappresentanza della Federazione Italiana Rugby alla cerimonia hanno presenziato in tribuna d’onore il Vice Presidente Onorio Rebecchini, il Presidente del Comitato Regionale FIR Campania Fabrizio Senatore ed il team manager dell’Italseven nonché Consigliere CONI Orazio Arancio: “L’Universiade di Napoli voluta fortemente dall’amministrazione regionale, lascerà in eredità al territorio nuovi campi da rugby con fondo in erba artificiale di ultima generazione. Per le società napoletane e per il rugby del Meridione questa è una grande opportunità di sviluppo, e l’emozione vissuta stasera da tutti noi ci ha fatto capire quanto sono importanti per lo sviluppo dell’impiantistica sportiva italiana manifestazioni di questa caratura”.

Visibilmente emozionato Luca Zini, capitano della nazionale maschile, che alle 23:30 ha prestato giuramento in rappresentanza di tutti gli atleti dell’Universiade di Napoli 2019. Recitando la formula solenne in mondovisione, l’azzurro è intervenuto in seguito al discorso ufficiale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ed ha preceduto l’ingresso allo stadio della fiaccola dei Giochi, portata dall’ultimo tedoforo Lorenzo Insigne.

Questo il giuramento letto da Luca Zini in mondovisione: “A nome di tutti gli atleti universitari, prometto che prenderemo parte a questa Universiade rispettando e osservando le regole che la governano, impegnandoci nel vero spirito della sportività per uno sport senza doping e senza droghe, per l’onore e la gloria delle nostre squadre e per il bene di tutto il Movimento Sportivo Universitario Internazionale”.

Rispondi