Olimpiadi 2020: Italrugby, mal comune…

L’Italia del rugby seven ha pochissime chance di andare a Tokyo, ma è in buona compagnia nello sport di squadra del Belpaese.

Il 13 e 14 luglio il rugby italiano cerca il biglietto per Tokyo 2020. I tornei continentali di qualificazione alle Olimpiadi mettono in palio un posto, mentre altri due verranno assegnati per il torneo di ripescaggio. Sia l’Italseven maschile sia quello femminile sono riuscite a qualificarsi, ma le possibilità di vincere i rispettivi tornei sono veramente poche. Se si pensa che gli azzurri a Mosca hanno chiuso ottavi e le ragazze a Marcoussis addirittura none, è facile capire come una scalata fino al podio sia quasi impossibile.

E se l’Italrugby al 99% resterà fuori dalla seconda Olimpiade ovale, non è che lo sport di squadra italiano vada molto meglio. A partire dal calcio, con la nazionale Under 21 e quella femminile che non hanno staccato il biglietto per Tokyo e guarderanno i Giochi in tv. Come il basket femminile, che negli alti e bassi dell’Europeo non è andato oltre agli ottavi di finale.

Poche chance anche per l’hockey su prato femminile, mentre servirà un Mondiale perfetto per la nazionale di basket maschile impegnata a settembre ai Mondiali in Cina per non dover aspettare i tornei di ripescaggio del 2020 (dove difficilmente ci saranno i campioni Nba, ndr.). Servono colpacci anche nel baseball e nel softball, mentre le speranze azzurre più credibili sono con la pallanuoto e la pallavolo.

Foto – Instagram

Rispondi