Rugby 7s: Italia a Mosca per sognare Tokyo

Andy Vilk ha annunciato i 12 giocatori che parteciperanno alla tappa delle Grand Prix Series che mette in palio nove posti per il torneo di qualificazione olimpica.

Si parte da Mosca, ma il sogno (difficilissimo) è Tokyo. Torna il rugby 7s europeo e questo weekend va in scena la prima tappa delle Grand Prix Series (quest’anno in versione ridottissima con sole due tappe, ndr.) a Mosca. Un torneo che assume un sapore ben diverso dal passato, perché mette in palio nove posti per il torneo di qualificazione olimpica che si disputerà a luglio in Francia.

Le prime nove (su 12) del torneo (o le prime 10 se il Galles dovesse arrivare nella top 9, ndr.) andranno a Colomiers il 13 e 14 luglio per il torneo che assegna un posto per Tokyo 2020 e due posti per il torneo di ripescaggio. Impresa titanica per un’Italia lontana dall’elite del rugby 7s da anni e per un’Italia che non ha avuto da Coni e Fir gli strumenti per programmare il percorso olimpico come invece fanno le altre nazioni.

Il Mosca 7s, in ogni caso, andrà in scena sabato e domenica e l’Italia è inserita nel girone A con le corazzate Irlanda, Francia e l’outsider Romania. Come detto, l’obiettivo è centrare i quarti di finale e conquistare un posto a Colomiers, ma non sarà facile viste le avversarie. Italia che, salvo sorprese, dovrebbe scendere in campo alle 10.22 (Francia), 12.45 (Irlanda) e 15.52 (Romania), con i match visibili sul sito di Rugby Europe.

Partiamo con una rosa formata da un mix di esperienza e giovani prospetti che si sono messi in mostra nel corso della stagione. Nei tornei precedenti abbiamo avuto modo di valutare molti giocatori e di prepararci al meglio per l’inizio dell’attività internazionale di Rugby Europe. Nella fase a gironi affronteremo squadre di alto livello come Francia, Irlanda e Romania. Il nostro obiettivo è quello di giocare il miglior rugby Seven possibile mostrando i progressi fatti nell’ultimo periodo” ha dichiarato Vilk.

ITALSEVEN – convocati

Lorenzo Maria BRUNO (Sitav Rugby Lyons)
Massimo CIOFFI (FEMI-CZ Rovigo)
Simone CORNELLI (Toscana Aeroporti I Medicei)
Giovanni D’ONOFRIO (Fiamme Oro Rugby)
Roberto DAL ZILIO (Kawasaki Robot Calvisano)
Davide GALLIMBERTI (Mogliano Rugby 1969)
Alessio Gianluca GUARDIANO (S.S. Lazio Rugby 1927)
Andrea PRATICHETTI (Lafert San Donà, 3 caps)
Gianmarco VIAN (FEMI-CZ Rovigo)
Niccolò ZULIANI (Lafert San Donà)
Juan Alejandro WAGENPFEIL (Rugby Viadana 1970)
Luca ZINI (Argos Petrarca Rugby)

Rispondi