Mondiali juniores: Italia più forte di Scozia e temporale

Prima vittoria in Argentina per gli azzurrini che si giocheranno il nono posto ora.

Inizio difficile per l’Italia che subisce la Scozia e al 16’ va sotto con la meta di Ashman. Al 26’ bellissima giocata azzurra, con un calcetto di Moscardi che trova rapido a reagire Trulla che raccoglie l’ovale, brucia due difensori e schiaccia tra i pali per il pareggio. Dopo un periodo a difendere, al 35’ ancora una bella azione con palla a Mastandea che schiaccia tra i pali e 14-7 per gli azzurrini. Poco dopo, però, match interrotto per un temporale che si è abbattuto su Rosario. Dopo un’ora di stop si riparte e subito è Mazza a segnare al largo per il 19-7 con cui si va al riposo.

La ripresa vede le due squadre faticare a creare occasioni, l’Italia difende il vantaggio, la Scozia prova inutilmente a riaprire i giochi. Giochi che si chiudono al 61’, quando Garbisi trova la via per la quarta meta azzurra e match al sicuro. Prima del fischio finale, al76′, arriva il giallo a Koffi e la seconda meta scozzese, poi la terza, rischiano la beffa gli azzurri, ma cambia poco e l’Italia si impone 26-19.

Un commento su “Mondiali juniores: Italia più forte di Scozia e temporale

  1. Vittoria ritrovata (prima buona notizia), rimontando uno svantaggio iniziale (seconda buona notizia), e facendo vedere anche un gioco un attimo vario e non proprio da campo “difficile”, vedasi il grubber e il calcetto a scavalcare per le prime due mete.
    Mischia che può contare su due prime linee intercambiabili con stesso risultato, ma la touche ragazzi è abbastanza deprimente, cosi come un decision making (e tecnica) del nostro mediano di mischia che forse proverei a cambiare (Garbisi invece molto bravo a dirigere la giostra).
    Ora sotto con la Georgia, che mi è sembrata a tratti meglio di noi come gioco complessivo (specie contro la Scozia nei gironi), e che ha valore doppio per i motivi che sappiamo.

Rispondi