Mondiali juniores: Baby Blacks, clamoroso ko

Si è conclusa ieri la prima fase del torneo iridato Under 20. L’Italia giocherà il minitorneo per il nono posto finale.

E’ un piazzato di Sanele Nohamba al 78′ a condannare a sorpresa la Nuova Zelanda. I Baby Blacks, infatti, avevano rimontato fino al 22-17 contro il Sudafrica nel match che chiudeva la fase a gironi dei Mondiali juniores che si stanno disputando in Argentina. Ma il calcio di Nohamba ha fissato il punteggio sul 25-17, togliendo ai neozelandesi il punto di bonus ed escludendoli, così, dalle semifinali.

Con 10 punti in classifica, infatti, i Baby Blacks non sono la miglior seconda classificata e, dunque, si giocheranno solo il 5° posto. Accedono, invece, alle semifinali per il titolo il Sudafrica (unica formazione imbattuta del torneo, ndr.), l’Argentina padrona di casa, l’Australia (nonostante il ko di ieri con l’Inghilterra) e la Francia, che con 11 punti è la miglior seconda e sfiderà i Baby Bokke in semifinale.

L’Italia, invece, con tre sconfitte su tre ha chiuso all’ultimo posto il girone B e, così, disputerà il torneo per la salvezza (comunque garantita agli azzurri, che l’anno prossimo ospiteranno il torneo, ndr.) tra le peggiori quattro classificate. Con l’Italia, dunque, ci saranno Fiji, Scozia e Georgia, con gli azzurrini che nella semifinale per il nono posto sfideranno la Scozia lunedì alle 15.30 italiane.

MONDIALI U20 – TERZA GIORNATA

Georgia – Scozia 17-12
Italia – Irlanda 14-38
Francia – Argentina 26-47
Galles – Fiji 44-28
Sudafrica – Nuova Zelanda 25-17
Inghilterra – Australia 56-33

Foto – Leo Galletto/World Rugby

2 commenti su “Mondiali juniores: Baby Blacks, clamoroso ko

  1. Vedendo le prime due partite si capiva che questo Sud Africa era una cosa tosta, da puntare al titolo, mentre i Baby Blacks – come anche gli inglesi – pagano forse un’annata con meno talento delle precedenti (e della media loro).
    Australia che ok, ha giocato in 14 tutta la partita con gli inglesi (che si sono improvvisamente svegliati, e se vediamo la differenza con la prima partita è clamorosa), ma ha dimostrato con i verdi di essere giustamente tra le prime 4.
    Non mi pare ci sia mai stato un girone 5-8 cosi blasonato (NZ, Ing, Irlanda, tutti ex campioni del mondo U20).
    Vero exploit e bellissima sorpresa sono i padroni di casa. Una nazione che non ha Accademie federali (quindi non c’è un “circolo di eletti”), ha una struttura senza “artificiose forzature” dove tutti remano nella stessa direzione. E gioca benissimo (il n.8 è già da Jaguares potenzialmente). E poi ha il Seven. E la differenza si vede. Noi no, ma evidentemente alla Fir va bene cosi.

  2. qualcuno mi spiega che succede con la retrocessione nel Trophy, visto che mi pare di capire noi non la subiremo neanche se perdessimo con la Scozia?

Rispondi