Italrugby, Conor O’Shea: “Voglio la migliore Italia di sempre al mondiale”

A poco meno di 100 giorni da Giappone 2019 facciamo il punto sulla preparazione degli azzurri.

Per la Nazionale italiana di rugby sta iniziando un’estate di preparazione, con il raduno a Pergine Valsugana in Trentino in vista dell’appuntamento clou dell’anno: la nona edizione della Rugby World Cup, che si terrà per la prima volta in Giappone, dal 20 settembre al 2 novembre.

Le prime sensazioni dal raduno azzurro sono positive. Il lavoro atletico, sotto l’egida di Pete Atkinson, prosegue per buona parte dei 44 atleti convocati. Entro il prossimo 20 giugno il team dovrà fornire una pre-lista, da cui poi selezionare, il 2 settembre, i 31 giocatori da portare alla rassegna iridata, al netto ovviamente delle sostituzioni per eventuali infortuni.

L’head coach, Conor O’Shea, si dice fiducioso: “Puntiamo a essere la migliore squadra italiana di sempre e questo vuol dire superare il primo girone. Abbiamo tre gruppi: chi ha giocato in Italia ed è già in ritiro, chi arriverà dopo avere giocato all’estero e chi deve recuperare le forze dopo qualche infortunio”. Tra questi ultimi spiccano i nomi del tallonatore Leonardo Ghiraldini e del mediano di mischia Marcello Violi, che sta cercando di recuperare in tempo per l’appuntamento in Giappone.

Cariparma Test match 2017, Parma 22/10/2017, raduno Nazionale italiana, profili individuali di atleti e staff, Marcello VIOLI, mediamo di mischia (Zebre Rugby, 5 caps).

Dal punto di vista tecnico, l’head coach O’Shea punta a migliorare le piccole cose, quelle che sono in grado di fare la differenza tra una vittoria e una sconfitta. Abbiamo battuto squadre importanti come Georgia, Giappone e Fiji, ma non siamo riusciti a fare lo stesso nonostante buone prestazioni contro nazionali di altissimo profilo”.

Per provare l’impresa, O’Shea non sta lasciando nulla al caso: tra giugno e luglio saranno ben tre i raduni fisici e tecnici, tutti in Trentino. Dal mese di agosto invece via ai test match pre-mondiale, quattro appuntamenti di grande spessore, per alzare i giri del motore e mettere l’ItalRugby all’altezza degli ambiziosi obiettivi dichiarati.

La voglia di fare bene è tanta, e la speranza dei tifosi azzurri è infatti quella di riuscire finalmente a vedere la nazionale al secondo turno. In Italia saranno tanti a seguire i match, dato che il numero degli appassionati di rugby è in costante ascesa, come in aumento sono le opportunità di puntare sulla nazionale con svariati bonus offerti dai principali bookmaker.

Si partirà il prossimo 10 agosto a Dublino per la sfida contro l’Irlanda. La settimana successiva, a San Benedetto del Tronto, per incontrare il quindici della Russia. A seguire, infine, due impegni da fare tremare i polsi, entrambi in trasferta: il 30 agosto, a Parigi contro la Francia, mentre il 6 settembre si volerà a Newcastle per incontrare l’Inghilterra. Dopodiché sarà mondiale!

Rispondi