Mondiali juniores: Italia ko all’esordio

Con l’Australia non basta tanto possesso agli azzurri che non concretizzano e subiscono troppo facilmente meta.

Italia che inizia subito con uno shock con il brutto infortunio subito dal tallonatore Marinello, che resta a terra al secondo minuto e viene sostituito da Taddia. Una punizione a favore degli azzurri non viene trasformata subito dopo. Dopo la fiammata azzurra, però, al 7’ arriva la meta centrale di Harris per il primo allungo australiano. Al 12’ chance per l’Italia al largo, ma Mba viene spinto in touche a un passo dalla meta. Allunga, invece, l’Australia al 18’ dalla piazzola per il parziale di 10-0.

Al 21’ ancora una occasione al largo per gli azzurri che concludono una buona azione con Mastandea, ma il TMO nega la meta all’ala e si torna su una punizione per l’Italia. Ancora una volta, però, nulla di fatto. Insistono gli azzurri, che stanno dominando questa fase del match, ma non riescono a concretizzare la mole di gioco prodotta. E, così, dopo una metà tempo dominata, ecco che a tempo scaduto arriva invece la seconda meta australiana e si va negli spogliatoi sul 17-0 dopo un tempo sostanzialmente equilibrato.

Insiste l’Italia a inizio ripresa, si riporta vicino all’area di meta australiana, subisce un fallo, ma ancora una volta non riesce a portare punti sul tabellone. Passano così i minuti, ma gli azzurrini di Roselli non riescono a rientrare nel match. E, ancora una volta, al primo affondo i giovani Wallabies colpiscono, questa volta con Reilly, e chiudono virtualmente il match al 59’. Italia che si dimostra debole in difesa, con tre mete troppo facili subite, che ha sofferto nel costruire il gioco senza concretizzare.

E al 62’ dilaga l’Australia con la quarta meta, con Lonergan per il 29-0. Che poco dopo diventano 36, in un match ormai in controllo dei downunder. Al 76’ arriva la meta azzurra, con Taddia, seguita da quella di Trulla, ma ormai è troppo tardi e serve solo a fissare il punteggio sul 36-12. E la strada iridata dell’Italia è subito in salita.

Un commento su “Mondiali juniores: Italia ko all’esordio

Rispondi