Zebre: Masselli, dalla Serie A al Pro 14

La franchigia federale ha annunciato l’ultimo innesto per la prossima stagione. Che arriva direttamente dal campionato cadetto (smentendo il teorema di Gavazzi).

L’ultimo rinforzo per la rosa 2019/20 delle Zebre è Lorenzo Masselli, potente e duttile seconda e terza linea in forza questa stagione ai piacentini Rugby Lyons che partecipano al campionato nazionale di Serie A (ma secondo qualcuno i giocatori dopo un paio d’anni in Top 12 non erano ancora acerbi per il Pro 14? O forse lo sono solo se sono a Calvisano e li vuole Treviso?) . Il giocatore ha firmato un contratto biennale con le Zebre. 

Nato in Sudafrica da padre italiano di origini toscane e madre sudafricana, Masselli – figlio d’arte – ha iniziato giovanissimo a giocare a rugby nel paese natale e si è trasferito in Italia nel 2016 convocato nell’Accademia Nazionale Ivan Francescato della Federazione Italiana Rugby. Conclusa l’esperienza coi migliori Under 20 d’Italia Masselli è passato nelle fila dei piacentini Lyons coi quali ha esordito nel massimo campionato italiano nella stagione 2016/17 chiusa però con la retrocessione in Serie A. 

Due sono le stagioni che hanno visto l’italo-sudafricano vestire la maglia della nazionale italiana Under 20, partecipando al Sei Nazioni 2016 e 2017 nonché a due Mondiali di categoria 2016 e 2017. Il 22 enne raggiungerà i nuovi compagni a fine giugno al termine della stagione 2018/19 che lo vede ancora in attività: i bianconeri Rugby Lyons sabato ospiteranno allo Stadio Beltrametti l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” nella semifinale di ritorno che mette in palio un posto nel prossimo Top12.  Il giocatore è iscritto al terzo anno di Economia Internazionale e Management all’Università Bocconi di Milano e ed è vicino al conseguimento della laurea triennale. 

Le impressioni della futura zebra Lorenzo Masselli: ”Sono orgoglioso di far parte di questo club, voglio dare tutto per aiutare le Zebre a vincere. Il mio obiettivo è quello di crescere come giocatore in questo campionato che rappresenta il più alto livello mondiale: per questo non vedo l’ora di scendere in campo e mostrare tutto il mio potenziale. Ringrazio i miei genitori che mi hanno sempre supportato e permesso di essere una persona migliore e di vivere l’opportunità di essere un giocatore di rugby. Uno speciale ringraziamento va ai Rugby Lyons: tutta la società mi ha sempre aiutato a crescere dandomi l’opportunità di giocare in un ambiente professionale. Ora sono concentrato per chiudere al meglio la stagione e vincere il campionato di Serie A”.

Un commento su “Zebre: Masselli, dalla Serie A al Pro 14

  1. Almeno numericamente, le Zebre stanno mettendo su sicuramente una squadra più interessante e completa rispetto alla stagione scorsa (ok, non era cosi difficile). Sarà da verificarne la qualità.
    Certo, Masselli (che mi piaceva molto in U20 ma che ho perso di vista in Seria A) viene dalla Serie A, mentre un Bianchi già testato – e piaciuto – in Pro14 viene lasciato a Roma. Immagino che ci sia un motivo ben preciso e qualche accordo speciale, se no bene allargare la rosa, ma capisco meno la ratio.

Rispondi