Top 12: Calvisano e Rovigo, in palio lo scudetto

Appuntamento questo pomeriggio, con diretta su RaiSport, per la finalissima del massimo campionato italiano di rugby.

I Bersaglieri rossoblù si apprestano a calare sul PataStadium di Calvisano, con oltre 1.500 tifosi rodigini al seguito della propria squadra: dopo l’interludio firmato Petrarca Padova nel 2018, la finale che domani assegnerà il titolo di Campione d’Italia FIR numero ottantanove vedrà di fronte, per la quinta volta nelle ultime sei stagioni, il Kawasaki Robot Calvisano e la Femi-CZ Rovigo.

Una rivalità sportiva, quella tra i provinciali bresciani e la storica società polesana, che ha infiammato le ultime stagioni del massimo campionato e che domani (ore 17.45, diretta Rai Sport dalle 17.35) si ripresenterà in tutto il proprio fascino per porre il sigillo definitivo su un 2018/19 che ha visto gli uomini di Massimo Brunello e quelli di Umberto Casellato procedere di pari passo in classifica per gran parte della regular season.

Decisivo l’allungo dei calvini nello scontro diretto della diciannovesima giornata al “Battaglini”, dopo il successo di Rovigo all’andata al PataStadium, che ha dato a Chiesa e compagni l’abbrivio necessario a chiudere in testa la stagione regolare, liquidando poi il ValoRugby Emilia in semifinale e conquistando così il diritto a disputare la sfida per il tricolore davanti al pubblico di casa.

Calvisano e Rovigo si sono date battaglia anche sul palcoscenico europeo del Continental Shield, sfidandosi nel doppio play-off per l’accesso alla Challenge Cup: anche qui, una vittoria a testa e vittoria “ai punti” dei bresciani, ma gli ingredienti per una sfida scudetto all’insegna dell’equilibrio ci sono tutti. 

Più agevole in semifinale il cammino della squadra allenata da Massimo Brunello, al solito negli scomodi panni dell’ex di lusso: il XV dell’ex ala di Rovigo e Italrugby ha battuto un combattivo ValoRugby all’andata al Mirabello (17-25) e bissato agevolmente al “PataStadium” sabato scorso, 41-3. Per Calvisano, quella di domani sarà la quattordicesima finale per il titolo negli ultimi diciannove anni, con sei titoli conquistati sino ad oggi e sette secondi posti. 

Impegnativo, per Ferro e compagni, il doppio derby d’Italia contro i Campioni uscenti dell’Argos Petrarca Padova, chiuso in parità 10-10 al Plebiscito e risolto dai Bersaglieri con un successo per 18-9 nella gara di ritorno, in fondo ad una partita dove è stato il pack rossoblù, in particolare nella ripresa, a fare la differenza permettendo di scavare il solco che ha lanciato Rovigo verso la sfida che può portare al tredicesimo titolo nella storia di uno dei Club storici del rugby italiano.

Oggi ultimi allenamenti di rifinitura agli ordini di Brunello e Casellato, che hanno successivamente annunciato le formazioni in campo domani nella Finale Scudetto 2018/19.

Riaffrontiamo Rovigo sul nostro campo con il vantaggio psicologico dell’ultima vittoria in trasferta– ha dichiarato Alberto Chiesa, capitano del Kawasaki Robot Calvisano – ottenuta in Campionato al Battaglini. Ma questa partita sarà soprattutto uno scontro nel quale poco conterà la tattica, ma sarà determinante la voglia e la determinazione che verranno messe in campo. Chi delle due ne avrà di più , si porterà a casa lo scudetto“.

Andiamo a Calvisano sapendo che i nostri avversari partono con il grande vantaggio di giocare in casa e che sono la squadra che ha dimostrato di essere la più forte durante la stagione regolare– è il commento dell’head coach rossoblù Umberto Casellato alla viglia della sfida – Ma, come abbiamo sempre fatto durante questo Campionato, anche domani scenderemo in campo a fare la nostra partita e giocarci le nostre possibilità, con grinta e cuore per arrivare alla fine degli 80 minuti senza alcun rammarico o recriminazione, forti della presenza del nostro meraviglioso pubblico”.

CALVISANO – ROVIGO

Sabato 18 maggio, ore 17.45 – PataStadium, Calvisano
Calvisano: Chiesa; Bruno, Panceyra-Garrido, Lucchin, De Santis; Pescetto, Casilio; Vunisa, Zdrilich, Casolari; Andreotti, Cavalieri; Leso, Manfredi, Fischetti
In panchina:Morelli, Brarda, Biancotti, Van Vuren, Martani, Semenzato, Bordoli, Balocchi
Rovigo: Odiete; Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi; Mantelli, Chillon; Halvorsen, Lubian, Vian; Cicchinelli, Ferro; D’Amico, Momberg, Brugnara. 
In panchina: Cadorini, Rossi, Pavesi, Canali, Nibert, Piva, Angelini, Venco.
Arbitro: Mitrea

Foto – Instagram/italrugby

Rispondi