Super Rugby: dietro alle neozelandesi è caos

Se Crusaders e Hurricanes sono in fuga, nelle altre conference è l’equilibrio a farla da padrona.

In una giornata caratterizzata dai pareggi, con i Crusaders che si salvano in extremis contro gli Sharks, mentre fanno pari e patta anche Highlanders e Chiefs, i risultati della dodicesima giornata di Super Rugby vede le conference australiane e sudafricane vivere un grande equilibrio.

In Australia, infatti, cadono i Rebels primi della classe e – seppur con un match in meno – vengono affiancati dai Brumbies che battono i Blues. Vittoria anche per i Reds, che così superano i Waratahs e si mettono in scia alle prime, con quattro squadre su cinque racchiuse in quattro punti.

In Sudafrica, invece, riposano i Lions che, così, scivolano all’ultimo posto, mentre pareggiano – come detto – gli Sharks e vengono raggiunti in vetta dai Bulls, vincenti sui Waratahs. Vittoria importante anche per gli Jaguares sugli Stormers e ora la classifica vede le cinque formazioni racchiuse in sette punti.

Al momento, dunque, qualificati ai playoff sarebbero Crusaders, Bulls, Rebels, Hurricanes, Sharks, Jaguares, Highlanders e Stormers, ma con le altre che tengono il fiato sul collo alle prime otto.

SUPER RUGBY – DODICESIMA GIORNATA

Crusaders – Sharks 21-21
Reds – Sunwolves 32-26
Hurricanes – Rebels 29-19
Highlanders – Chiefs 31-31
Brumbies – Blues 26-21
Bulls – Waratahs 28-21
Jaguares – Stormers 30-25

SUPER RUGBY – CLASSIFICHE

Australia: Rebels, Brumbies 24; Reds 22; Waratahs 21; Sunwolves 12
Nuova Zelanda: Crusaders 42; Hurricanes 36; Highlanders 25; Blues 21; Chiefs 19
Sudafrica: Sharks, Bulls 28; Jaguares 27; Stormers 24; Lions 22

Foto – Instagram/superrugby

Rispondi