Mondiali 2019: Italia, ecco i primi convocati

Conor O’Shea ha annunciato la lista degli atleti convocati con la Squadra Nazionale per i raduni di preparazione alla Rugby World Cup 2019.

Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la lista dei quarantaquattro giocatori inseriti nella rosa preliminare cui attingere per i raduni in programma a Pergine Valsugana, a partire dal 2 giugno, in preparazione alla Rugby World Cup in Giappone del prossimo autunno.

Confermato in gran parte il gruppo allargato di giocatori che hanno vestito la maglia Azzurra durante i Cattolica Test Match e nel Guinness Sei Nazioni 2019, con alcuni rientri come quelli di Fuser, Giammarioli, Lazzaroni e Zilocchi, tutti rimasti ai margini del gruppo azzurro nell’ultimo Torneo, mentre tornano nella rosa dell’Italrugby tanti Azzurri costretti a saltare per infortunio il 6 Nazioni: tra loro Bellini, Licata, Minozzi, Violi e Zani.

La Benetton Rugby, fresca di storica qualificazione ai play-off del Guinness PRO14, costituisce il 50% della training squad della Nazionale con ventidue atleti convocati, mentre sedici sono gli Azzurri provenienti dalle Zebre Rugby Club. Tre gli esordienti, tutti già in rosa nelle ultime finestre internazionali ma ancora in attesa di fare il proprio debutto: il mediano di mischia Callum Braley, il tallonatore Enjiel Makelara e il pilone destro Marco Riccioni.

Solo dieci gli Azzurri convocati almeno una Rugby World Cup al proprio attivo, con capitan Sergio Parisse in corsa per la quinta apparizione iridata della propria carriera ed i due veterani Leonardo Ghiraldini e Alessandro Zanni che, in caso di selezione, potrebbero conquistare la quarta partecipazione al Mondiale.

Infine, ventidue gli Azzurri inseriti nella rosa per la preparazione iridata ad aver fatto il proprio esordio internazionale sotto la gestione di Conor O’Shea, quattordici quelli schierati per la prima volta da Brunel, i soli Benvenuti e Tebaldi reduci dall’era Mallett mentre Zanni e Ghiraldini conquistarono il primo cap sotto Pierre Berbizier e Sergio Parisse – il cui debutto in Nazionale risale al giugno 2002 – con John Kirwan CT azzurro dell’epoca.

L’annuncio di questa squadra per i raduni estivi porta a realizzare quanto siamo vicini all’incredibile esperienza sportiva che ci aspetta a Settembre in Giappone, che costituisce una grande opportunità di muovere un nuovo passo nel nostro viaggio che mira a riportare l’Italia al vertice del rugby internazionale. Questo gruppo è un mix di giovani e veterani, un insieme veramente elettrizzante. Abbiamo già dovuto fare alcune scelte difficili e altre ancora più dure dovremo farne nel corso dell’estate. Disputare un Mondiale è il sogno di ogni giocatore. Tra giugno e luglio svolgeremo quattro raduni a Pergine Valsugana, il primo a partire dal 2 giugno, lavorando al tempo stesso insieme ed in affiancamento con le due franchigie prima di iniziare i nostri test-match estivi il 10 agosto a Dublino contro l’Irlanda” ha dichiarato Conor O’Shea, al suo primo mondiale sulla panchina italiana.

ITALIA – convocati

Piloni
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 22 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 34 caps)
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 18 caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 9 caps)
Marco RICCIONI (Benetton Rugby, esordiente)
Cherif TRAORE’ (Benetton Rugby, 10 caps)
Federico ZANI (Benetton Rugby 7 caps)
Giosuè ZILOCCHI (Zebre Rugby Club, 2 caps)

Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 19 caps)
Oliviero FABIANI (Zebre Rugby Club, 7 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousian 104 caps)
Engjel MAKELARA (Benetton Rugby, esordiente)

Seconde Linee
Dean BUDD (Benetton Rugby, 20 caps)
Marco FUSER (Benetton Rugby, 33 caps)
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 12 caps)
David SISI (Zebre Rugby Club, 5 caps)
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 111 caps)

Flanker/n.8
Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club, 3 caps)
Marco LAZZARONI (Benetton Rugby, 3 caps)
Giovanni LICATA (Zebre Rugby Club, 7 caps)
Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 16 caps)
Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 16 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 138 caps)
Jake POLLEDRI (Gloucester, 8 caps)
Abraham STEYN (Benetton Rugby, 30 caps)
Jimmy TUIVAITI (Zebre Rugby Club, 3 caps)

Mediani di mischia
Callum BRALEY (Gloucester, esordiente)
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 31 caps)
Tito TEBALDI (Benetton Rugby, 32 caps)
Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 15 caps)

Mediani di Apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 48 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 32 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 8 caps) 

Centri
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 56 caps)
Michele CAMPAGNARO (Wasps, 42 caps)
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 18 caps)
Luca MORISI (Benetton Rugby, 25 caps)
Marco ZANON (Benetton Rugby, 1 cap)

Ali/Estremi
Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 17 caps)
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club, 11 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby, 20 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 17 caps)
Matteo MINOZZI (Zebre Rugby Club, 10 caps)
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club, 20 caps)

4 commenti su “Mondiali 2019: Italia, ecco i primi convocati

  1. Da Berbizier (e i primi caps di Zanni e Ghira) mi sembra sia passata un’era e mezza.
    Comunque il gruppo è fatto e finito o nuovi inserimenti sono possibili?
    No che al di là di Barbini che ormai tutti ce ne siamo fatti una ragione, io in un’ultima di Biagi (che la carretta la tira ancora più che egregiamente) ci speravo. Poi Meyer speriamo non se ne siano già dimenticati, che viene da un infortunio ok, ma non è certo l’unico. We’ll see…
    (Ben contento per i rientranti di lunga data, quel diavolo di Minozzi su tutti)

    1. Sicuramente se ci saranno infortuni o altro penso che aggiungera’, non e’ una lista per WR.

      Biagi: sei convinto che abbia 60 minuti almeno nelle gambe per il rugby internazionale?
      Lui dentro chi fuori? Ruzza?Sisi?Budd?

      Mi sembrano tutte scelte logiche in linea con quanto fatto fino ad ora.

      1. Stefo, vero, ma manco Zanni ha 80 minuti nelle gambe, e Biagi ha tirato la carretta da solo ed è una seconda pura. Poi certo, non stiamo facendo un confronto Retallick-Tiziosottocasa, siamo li, ma per me Biagi ci poteva stare.

  2. Ci sono diversi ruoli (tallonatore, seconda linea, mm, ma e trequarti) dove manchiamo di profondità e quindi per ipotizzare di andare ai quarti servirebbe avere le prime scelte al top… A prescindere dall’esito dei mondiali, almeno le zebre devono diventare competitive!!!!

Rispondi