Champions Cup: Leinster vince la battaglia infinita

I dubliners raggiungono Munster e Saracens nelle semifinali di Coppa Europa dopo aver battuto di misura l’Ulster.

Regala emozioni ed equilibrio il derby irlandese tra Leinster e Ulster che metteva in palio un posto nelle semifinali di Champions Cup. Dubliners e i ragazzi di Belfast combattono su ogni pallone, si alternano al comando del match, ma alla fine è un calcio di Ross Byrne al 72′ a fare tutta la differenza del mondo.

Alla meta iniziale di Kieran Treadwell per l’Ulster risponde subito il Leinster con lo stesso Ross Byrne. Poi sono sempre il numero 10 del Leinster e John Cooney a muovere il punteggio nel primo tempo. Nella ripresa allungano i padroni di casa con la meta di Adam Byrne, cui risponde Luke Marshall a un quarto d’ora dal termine.

Come detto, la differenza a quel punto la fa il piazzato di Ross Byrne al 72′ e alla fine il Leinster tiene l’ovale per oltre 5 lunghissimi minuti, con un’azione infinita che tocca le 40 fasi, prima che l’orologio segni gli 80′ e il pallone può venir cacciato fuori per la festa dei dubliners.

LEINSTER – ULSTER 21-18

Sabato 30 marzo, ore 18.45 – Aviva Stadium, Dublino
Leinster: 15 Jordan Larmour, 14 Adam Byrne, 13 Garry Ringrose, 12 Rory O’Loughlin, 11 Dave Kearney, 10 Ross Byrne, 9 Luke McGrath, 8 Jack Conan, 7 Seán O’Brien, 6 Rhys Ruddock, 5 James Ryan, 4 Scott Fardy, 3 Tadhg Furlong, 2 Seán Cronin, 1 Cian Healy
In panchina: 16 James Tracy, 17 Ed Byrne, 18 Andrew Porter, 19 Mick Kearney, 20 Dan Leavy, 21 Jamison Gibson-Park, 22 Noel Reid, 23 Rob Kearney
Ulster: 15 Michael Lowry, 14 Robert Baloucoune, 13 Darren Cave, 12 Stuart McCloskey, 11 Jacob Stockdale, 10 Billy Burns, 9 John Cooney, 8 Marcelle Coetzee, 7 Jordi Murphy, 6 Nick Timoney, 5 Kieran Treadwell, 4 Iain Henderson, 3 Marty Moore, 2 Rory Best, 1 Eric O’Sullivan
In panchina: 16 Rob Herring, 17 Andy Warwick, 18 Wiehahn Herbst, 19 Alan O’Connor, 20 Sean Reidy, 21 Dave Shanahan, 22 Luke Marshall, 23 Angus Kernohan
Arbitro: Romain Poite

Marcatori: 6′ m. Treadwell tr. Cooney, 11′ m. R.Byrne tr. R.Byrne, 22′ cp. Cooney, 33′ cp. R.Byrne, 35′ cp. R.Byrne, 39′ cp. Cooney, 54′ m. A.Byrne tr. R.Byrne, 64′ m. Marshall tr. Cooney, 72′ cp. R.Byrne

Foto – Instagram/officialulsterrugby

2 commenti su “Champions Cup: Leinster vince la battaglia infinita

  1. Parto dal dispiacere per Dan Leavy il cui infortunio e’ uno di quelli grossi ed in cui bisognera’ portare tanta pazienza, devastato per il ragazzo.

    Partita: un U?lster veramente splendido, l’ho scritto piu’ volte nell’arco della stagione McFarland in una stagione di ricostruzione e lanciando anche per bisogno tanti giovani ha messo su una squadra con gioco e tigna non da poco. Ieri un Ulstwer veramente bello, che difende bene e quando attacca sa trovare guizzi da parte dei giocatori di qualita’ che ha. Leinster ieri che ha dovuto lavorare veramente tanto per aver ragione dell’avversario, in linea con quanto mi aspettavo al contrario dei molti che pensavano sarebbe stato un quarto senza storia.

    L’errore di Stockdale alla fine pesa come un macigno per l’Ulster ed e’ incredibile come errore, soprattutto perche’ il ragazzo stava facendo un partitone. Alla fine ci ha detto tanto culo in quella situazione un errore che ha in qualche modo girato la partita che comunque e’ rimasta in bilico fino alla fine.

    Atmosfera splendida a Lansdowne Road per tutta la partita

  2. Senza VdF il tristissimo incidente a Leavy rende un po’ più umano il pack del LV. SOB non c’è ancora, sui bd per lui (anche per altri, per la verità) serata di perdonanza per i tappeti volanti: tre partite e tre arbitraggi che mi sono piaciuti zero, sarebbe sottozero ma cosa vuoi dire sulla partita alla Ricoh Arena? Per Leavy mi dispiace tantissimo, oltre al dolore per il ragazzo temo il mondiale possa perdere un sicuro protagonists.

Rispondi