Pro 14: Treviso cade nel finale contro il Connacht

Si è conclusa allo Sportsground di Galway la sfida tra gli irlandesi e i biancoverdi. Ecco come è andata.

Un Treviso brutta copia di quello visto in stagione soffre a Galway, difende male nel primo tempo, subisce due mete, poi rimonta. Ma quando arriva il pareggio è il Connacht a dare l’accelerata decisiva – con anche scelte arbitrali dubbie – per la vittoria degli irlandesi.

Buon inizio del Treviso che ruba un ovale, attacca centralmente, ma un avanti fa sprecare il primo attacco agli ospiti. Al 9′ buona occasione nei 22 per la Benetton, ma un altro avanti ferma i biancoverdi. Ancora un pallone perso in attacco permette un contrattacco al Connacht dopo 12 minuti giocati nella metà campo dei padroni di casa. Irlandesi falloni in mischia, soprattutto con Buckley e Treviso che può risalire il campo. Al 17′ grave disattenzione di Treviso in difesa, Blade raccoglie un ovale in ruck senza che nessuno lo contrasti, si invola, supera McKinley e schiaccia tra i pali per il 7-0 per i padroni di casa. Due errori al piede di Duvenage costano una meta e bloccano un altro attacco della Benetton, che chiude il primo quarto sotto nel punteggio.

Tanti errori di Treviso in difesa, troppi buchi trovati da Connacht che risale facilmente il campo. Al 24′ gli ospiti si salvano con un avanti dei verdi irlandesi, ma soffre la Benetton, con gli irlandesi che sono cresciuti d’intensità. Ancora difficoltà nei placcaggi, ancora Connacht che attacca e alla mezz’ora supera la linea di meta con Duvenage che viene placcato, perde l’ovale e Matt Healy schiaccia facilmente e Connacht che scappa sul 14-0. Treviso che deve sostituire Faiva e McKinley mentre cerca di rientrare in partita. Rizzi, appena entrato, perde però malamente palla e nulla di fatto ancora una volta. Insiste ancora Treviso, con Lazzaroni e Ratuva che rompono la difesa irlandese, poi un fallo di Connacht dà una mischia alla Benetton sui 5 metri. E dalla ripresa, palla presa da Kalafihi che sfonda, libera Rizzi e l’apertura schiaccia in meta. Si va, così, al riposo sul 14-7 per i padroni di casa, con Treviso che ha sofferto a lungo in difesa, ma resta in partita.

Molta confusione a inizio ripresa, ancora errori banali di un Duvenage non nella miglior serata. Un paio di scelte dubbie di Adamson permettono a Connacht di riportarsi in attacco. Ancora un fallo di Treviso, lunghissima azione dei padroni di casa nei 22 italiani, ma poi un tenuto salva una Benetton che però finalmente difende bene. Cambi nella Benetton e il neoentrato Barbini subito prende una touche e poi provoca il fallo di Connacht e veneti che risalgono il campo. Al 56′ bellissima azione di Treviso che parte da Barbini, poi Halafihi che libera Rizzi, corsa e palla a Duvenage che schiaccia tra i pali e pareggio per la Benetton. E’ cresciuta la Benetton, bellissimi gli offload di Ratuva e Barbini mentre si arriva nell’ultimo quarto di gioco.

Torna, però, a spingere il Connacht dopo aver visto sparire il vantaggio di 14 punti conquistato nella prima mezz’ora. Al 64′ un fallo di Appiah dopo un placcaggio manda Carty sulla piazzola da quasi metà campo e l’apertura dà il vantaggio al Connacht. E al 69′ è di nuovo Healy a marcare la terza meta del match per i padroni di casa che, così, vanno oltre il break. E Treviso è stanco, sbaglia molto e, così, da Galway i veneti tornano a casa con zero punti e tanti rimpianti, mentre allo scadere Connacht segna anche la meta del bonus.

Iscriviti gratis qui e guarda il Pro 14 su DAZN

CONNACHT – BENETTON TREVISO 29-14

Venerdì 22 marzo, ore 20.35 – The Sportsground, Galway
Connacht: 15 Tiernan O’Halloran, 14 Darragh Leader, 13 Tom Farrell, 12 Peter Robb, 11 Matt Healy, 10 Kyle Godwin, 9 Caolin Blade, 8 Jarrad Butler, 7 Colby Fainga’a, 6 Eoin McKeon, 5 James Cannon, 4 Ultan Dillane, 3 Finlay Bealham, 2 Shane Delahunt, 1 Denis Buckley
In panchina: 16 Tom McCartney, 17 Peter McCabe, 18 Conor Carey, 19 Gavin Thornbury, 20 Eoghan Masterson, 21 Kieran Marmion, 22 Jack Carty, 23 Stephen Fitzgerald
Benetton: 15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Giovanni Pettinelli, 6 Marco Lazzaroni, 5 Alessandro Zanni, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Hame Faiva, 1 Nicola Quaglio
In panchina: 16 Tomas Baravalle, 17 Derrick Appiah, 18 Tiziano Pasquali, 19 Marco Barbini, 20 Robert Barbieri, 21 Giorgio Bronzini, 22 Antonio Rizzi, 23 Tommaso Iannone
Arbitro: Mike Adamson
Marcatori: 17′ m. Blade tr. Godwin, 30′ m. Healy tr. Godwin, 38′ m. Rizzi tr. Rizzi, 56′ m. Duvenage tr. Rizzi, 65′ cp. Carty, 69′ m. Healy, 80′ m. Carty tr. Carty

Foto – Instagram connachtrugby

8 commenti su “Pro 14: Treviso cade nel finale contro il Connacht

  1. Connacht migliore senza tante storie, Treviso gioca benino si e no 10 minuti e su una meta deve ringraziare un calcio di Godwin che l’avesse fatto Rizzi concedendo poi emnte al connacht sarebbe stato crocefisso.
    Butler vince il MoM ma per me lo dovevano dare a Carty che entrato ha dato una rigirata alla partita impressionante, non che ci volesse molto a far meglio di godwin ma calcio di pounizione centrale ma distante dentro, un passaggio all’ala per Healy splendido per la meta, ed alla fine calcetto-preso-offload splendidi. Questi sono solo 3 highlights perche’ in quei 20 minuti Carty ha giocato sontuosamente.

    Treviso…sprazzi ma non una prova con la continuita’ necessaria.

    1. Se Treviso deve ringraziare Godwin x la meta del pareggio cosa deve fare Connacht con Treviso x i placcaggi lisciati e i numerosi errori che hanno permesso le mete del primo tempo??
      Dai su.

  2. una serata storta in difesa ma, nonostante tutto, giocata alla pari. Spiccano sempre 3 giocatori che lo staff azzurro non vede: Barbini, Riccioni e Lazzaroni

  3. Treviso sottotono, sopratutto gli stranieri sotto standard, la sosta non ha giovato è bene che si ritrovi quanto prima il filo negli allenamenti , la concentrazione e aggressività in partita ( forse quella settimana ,e più per alcuni, senza allenarsi non ha fatto bene).

  4. Non avevo mai visto Duvenage sbagliare tanti calci dal box, anche lui è umano, partita sotto tono di un po’ tutta la squadra. Rivedibili

    1. @gino hai ragione , oggi un giocatore afferma che loro ne avevano di più, sommato al fatto che hanno saltato 8/10 giorni di allenamento avvalora la tesi che la pausa è stata eccessiva , speriamo almeno serva ad avere un finale di stagione con il pieno di energie.

Rispondi