Super Rugby: i Sunwolves scompariranno

La franchigia giapponese verrà tagliata dal torneo downunder alla fine della stagione 2020.

Addio ai nipponici Sunwolves. Le voci che rimbalzano dall’Emisfero Sud parlano della bocciatura della squadra arrivata solo nel 2016 nel torneo, con lo staff, i giocatori e i dirigenti che sono stati avvisati della decisione ieri sera.

A pesare è stata la protesta delle franchigie sudafricane, che hanno evidenziato come la partecipazione dei Sunwolves non stimoli l’interesse da parte dei tifosi, mentre le trasferte in Giappone sono troppo care. Se si aggiunge che i Sunwolves sono la cenerentola del torneo, ecco che il gioco è fatto.

Come scrive Espn, la Sanzaar avrebbe proposto ai Sunwolves di pagare una tassa d’ingresso (come fatto con l’Italia con l’ingresso delle franchigie nel Pro 14, ndr.) per restare nel Super Rugby, ma i nipponici avrebbero detto di no.

Ai Sunwolves sarebbe stato detto che dovranno partecipare anche al Super Rugby 2020, mentre dal 2021 il torneo tornerà a essere a 14 squadre, anche se un comunicato ufficiale arriverà solo venerdì. I Sunwolves, come detto, sono entrati nel torneo nel 2016 e da allora hanno vinto solo 7 dei 43 match giocati.

Foto – Instagram/sunwolves

4 commenti su “Super Rugby: i Sunwolves scompariranno

  1. Questo è quello che succede quando fai entrare qualcuno solo per una questione economica ma non si guarda alla qualità
    E chi merita davvero (una selezione di giocatori del Pacifico) resta fuori

  2. Non penso che i giapponesi saranno dispiaciuti più di tanto nel lasciare il SR, in termini economici é un risparmio anche perché il loro campionato domestico continua ad avere appeal economico. Dal punto di vista tecnico i Sunwolves si sono ridotti ad essere una squadra per exiles del pacifico che non trova o contratti in casa. In questa stagione non stanno facendo affatto male, ma di giapponesi in squadra c’è ne veramente pochi e questo sicuramente non aiuta la nazionale di Joseph

Rispondi