6 Nazioni femminile: troppa Inghilterra per le azzurre

L’Italdonne lotta e regge per gran parte del primo tempo, ma le padrone di casa sono troppo forti per le nostre ragazze.

Che fosse una missione quasi impossibile si sapeva, ma le azzurre di Di Giandomenico non si danno per vinte e nonostante la superiorità inglese fin dai primi minuti lottano su ogni pallone. Il match si sblocca così al 13′, con una meta al largo dell’ala Jess Breach, ma l’Italia non cede e le inglesi faticano a trovare gli spazi per far male.

Fino al 31′, quando una maul delle padrone di casa abbatte il muro azzurro ed è Lark Davies a schiacciare. Soffrono le azzurre, obbligate a una strenua difesa, e prima dello scadere ecco che arriva la terza marcatura inglese con Sarah Hunter che schiaccia per il 21-0 con cui si va al riposto.

Il secondo tempo inizia nel peggiore dei modi. In una manciata di minuti, infatti, le inglesi sfondano due volte. Al 41′ con Sarah Lily e al 45′ con Marlie Packer. Quasi all’ora di gioco, siamo al 58′, è Cornborough ad andare oltre e a fissare il punteggio sul 38-0 per le padrone di casa, che ora hanno preso decisamente il largo. Al 63′ è di nuovo l’autrice della prima meta, Jess Breach, ad affondare al largo e a marcare la settima meta dell’Inghilterra. Non si fermano le leader di classifica e al 73′ vanno nuovamente a segno, questa volta con Abbie Scott ancora da maul.

A tempo scaduto ancora una meta e finisce, dunque, 55-0 e Inghilterra che virtualmente mette le mani sul trofeo a 80′ dalla fine. Per le azzurre una dura lezione, un punteggio sicuramente pesante, ma non era questa la partita da vincere in questo 6 Nazioni e Italia che, comunque, resterà nella top 3 del torneo alla fine di questa giornata.

Foto – Twitter/EnglandRugby

Rispondi