Pro 14: Treviso abbatte Newport e sogna in grande

Bonus conquistato nel primo tempo e dominio per 80 minuti per il XV guidato da un ottimo Rizzi.

Primi minuti di sofferenza per la Benetton, con Newport più attiva e che dopo 5 minuti va vicinissima alle meta con una touche sui 5 metri, ma solo un avanti salva i biancoverdi. Fatica Treviso a uscire dalla sua metà campo, ma col passare dei minuti ecco che i padroni di casa iniziano a crescere e a costruire gioco. E al 16’ da una touche offensiva la palla arriva a Duvenage, che allarga a Rizzi, solo, che può entrare in area e tuffarsi tra i pali. E insiste la Benetton Treviso, con Sgarbi che al 20’ libera Ratuva al largo, calcetto, corsa e palla schiacciata in meta.

Non si ferma la Benetton, che dopo la sofferenza dei primi minuti ora ha il controllo del match e al 26’ è Luca Sperandio a schiacciare oltre la linea di meta, con Rizzi che aggiunge i due punti per il 19-0 parziale. Ed è ancora Sperandio alla mezz’ora a chiudere il discorso, segna la quarta meta su un’azione iniziata perfettamente da Halafihi e dà il bonus ai biancoverdi. E al 35’ è Monty Ioane a divertirsi in uno slalom nella difesa gallese e a segnare una meta che fa sembrare clamorosamente facile. Allo scadere si distrae un po’ Treviso e, così, ne approfetta Rhodri Williams per accelerare e poi Jared Rosser per schiaccare in meta.

La ripresa riparte con Treviso a dettare il ritmo e al 45’ è Giovanni Pettinelli a prendere palla da terra e ad allungarsi oltre la linea di meta dopo l’ennesimo sfondamento di Appiah. Ma non basta, perché al 48’ è un ottimo Sperandio a trovare l’ennesimo buco, poi palla verso il largo a Lazzaroni, passaggio a Ratuva che schiaccia in meta, ma uscendo con le gambe e nulla di fatto. Insiste, però, la Benetton, con i gallesi che non sembrano in grado non solo di rientrare nel match, ma neanche di impensierire la difesa biancoverde. E al 55′ l’ennesima azione spettacolare di Ratuva Tavuyara lancia Treviso e alla fine è Niccolò Cannone a schiacciare per la settima meta dei padroni di casa. E Cannone concede il bis all’ora di gioco, quando prende palla da touche e spinge fino in fondo. E poi passa il tempo, con il match ormai chiuso, e si arriva al 78′ con Rob Barbieri che mette anche lui il suo nome nel tabellino e Treviso che chiude a +50.

BENETTON TREVISO – NEWPORT DRAGONS 57-7

Sabato 23 febbraio, ore 14.00 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Antonio Rizzi, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Giovanni Pettinelli, 6 Marco Lazzaroni, 5 Niccolò Cannone, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Tomas Baravalle, 1 Derrick Appiah
In panchina: 16 Engjel Makelara, 17 Alberto De Marchi, 18 Giuseppe Di Stefano, 19 Robert Barbieri, 20 Marco Barbini, 21 Giorgio Bronzini, 22 Marco Zanon, 23 Tommaso Iannone
Newport: 15 Zane Kirchner, 14 Jared Rosser, 13 Tyler Morgan, 12 Jack Dixon, 11 Will Talbot-Davies, 10 Jason Tovey, 9 Rhodri Williams, 8 James Benjamin, 7 Ollie Griffiths, 6 Harri Keddie, 5 Matthew Screech, 4 Lewis Evans, 3 Lloyd Fairbrother, 2 Richard Hibbard, 1 Brok Harris
In panchina: 16 Rhys Lawrence, 17 Rhys Fawcett, 18 Dan Suter, 19 Joe Davies, 20 Taine Basham, 21 Rhodri Davies, 22 Josh Lewis, 23 Adam Warren
Arbitro: Quinton Immelman
Marcatori: 16’ m. Rizzi tr. Rizzi, 20’ m. Ratuva, 26’ m. Sperandio tr. Rizzi, 30’ m. Sperandio tr. Rizzi, 35’ m. Ioane, 40’ m. Rosser tr. Tovey, 45’ m. Pettinelli, 55′ m. Cannone tr. Rizzi, 61′ m. Cannone tr. Rizzi, 78′ m. Barbieri tr. Rizzi

Foto – Benetton Treviso

4 commenti su “Pro 14: Treviso abbatte Newport e sogna in grande

  1. Una partita di impressionante efficacia. Per carità i Dragons non sono nulla di che, ma non ricordo in tempi recenti una determinazione e ferocia del genere. Abbiamo perseguito l’obiettivo dei 5 punti dal primo secondo e finché non l’abbiamo raggiunto nessuna distrazione.
    Una nota più che speciale per Duvenage, un direttore d’orchestra che non sbaglia mai il tempo, la meta di Rizzi è sua, avendo scelto l’uomo meno sorvegliato ed servendogli la palla su un vassoio, bastava schiacciare.
    Poi è stato solo spettacolo con tutti a rincorrere quel funambolo che è Ratuva: la sua metà, la seconda, è un numero da circo.
    Ma escludere qualcuno nella giornata odierna sarebbe ingeneroso.
    Oggi, nel raggiungere il bonus al 25esimo, abbiamo dimostrato la maturità di una grande squadra. L’unico augurio che mi sento di fare è che non si ricada nei vecchi vizi e difetti.
    Grandi fioi!

  2. Squadra diventata cinica e spietata, consapevole della propria forza e motivata. Sono davvero soddisfatto, è bello trattare con questa spietatezza quelle squadre che in passato ci hanno anche fatto soffrire. Bravi davvero!

  3. Fatto abbonamento a Dazn per curiosità nel voler vedere una partita del benetton e devo dire che sono rimasto enormemente impressionato dalla competenza e dalla capacità di creare una potenziale occasione in un attimo: complimenti ! … Adesso serve una prova di grande maturità, di tutto l’ambiente, con Edimburgo !

Rispondi