6 Nazioni: la Francia trova il primo acuto con la Scozia

Si è conclusa allo Stade de France la sfida che ha aperto la terza giornata del torneo.

Vince la Francia, ma soffrono i Bleus contro una Scozia in emergenza infortuni, con il match che fatica a decollare, ma che la Francia riesce subito a incanalare nella sua direzione. Convince la giovanissima mediana e Brunel che può tirare un sospiro di sollievo.

Primo tempo

E’ un avvio di partita condito da due falli offensivi della Francia che, così, fermano il loro attacco e, soprattutto, danno la chance alla Scozia di farsi vedere in avanti. Ma quando i Bleus accelerano i ritmi mandano fuori giri la difesa scozzese ed è Penaud a schiacciare al 7’ per la prima, virtuale, meta del match. Ma il TMO annulla per un avanti di Dupont prima del passaggio decisivo. Insiste, però, la squadra di Brunel, ma resiste il muro scozzese. Non resiste, però, al 14’, quando è Romain Ntamack a schiacciare, e questa volta la meta c’è. E padroni di casa che poco dopo allungano dalla piazzola. Tenta di reagire la Scozia, la Francia che soffre in difesa e, ancora una volta, è costretta al fallo per fermare gli ospiti.

Laidlaw, però, manca i pali alla prima occasione dalla piazzola, anche se sono i britannici a continuare a spingere in attacco. E finalmente Laidlaw trova i pali al 26’ per il 10-3 parziale. Un minuto dopo ennesimo fallo della Francia e questa volta arriva il cartellino giallo per Huget al 28’. Nonostante l’inferiorità è la Francia a continuare a produrre più gioco, anche se Ramos manca un piazzato per andare oltre break. Si arriva così all’intervallo sul 10-3, ma la Francia sicuramente ha fatto di più, anche se non ha concretizzato.

Secondo tempo

Concretizza, invece, subito a inizio ripresa, con una bellissima azione con Bastareaud che si inventa un calcetto per se stesso, poi palla che arriva a Huget e seconda meta per i Bleus. Insiste la Francia, con la Scozia che ha subito il contraccolpo della meta subita a freddo. Al 54′ rischia grosso la Scozia, ma Kinghorn riesce a salvarsi in qualche modo e a uscire dalla propria area di meta. Poco dopo, invece, è Maitland a trovare il break vincente, ma l’ala si intestardisce da sola e viene fermata a un passo dalla meta che poteva riaprire i giochi.

Continua ad attaccare la Francia, mentre la Scozia viene frenata da alcuni errori e da un paio di decisioni di Nic Berry che la penalizzano. Bleus che vogliono chiudere la pratica, con i britannici che montano una trincea davanti alla linea di meta. Prova una fiammata al 69′ la Scozia per riaprire il discorso, ma Huget strappa un ovale d’oro. Sbaglia troppo, però, in attacco la squadra di Townsend e non riesce mai a rendersi pericolosa. E, così, al 75′ è la Francia a marcare da mischia la meta con Alldritt che chiude il discorso e dà a Brunel il primo successo nel torneo e allontana gli spettri dai Bleus. Prima del finale arriva la meta di Price ad accorciare il divario, ma arriva troppo tardi. E a tempio ampiamente scaduto arriva addirittura la meta del bonus per la Francia con Alldritt, alla sua doppietta personale.

FRANCIA – SCOZIA 27-10

Sabato 23 febbraio, ore 15.15 – Stade de France, Parigi
Francia: 15 Thomas Ramos, 14 Damian Penaud, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Gaël Fickou, 11 Yoann Huget, 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont, 8 Louis Picamoles, 7 Arthur Iturria, 6 Wenceslas Lauret, 5 Félix Lambey, 4 Sébastien Vahaamahina, 3 Demba Bamba, 2 Guilhem Guirado, 1 Jefferson Poirot
In panchina: 16 Camille Chat, 17 Etienne Falgoux, 18 Dorian Aldegheri, 19 Paul Willemse, 20 Gregory Alldritt, 21 Baptiste Serin, 22 Anthony Belleau, 23 Maxime Medard
Scozia: 15 Blair Kinghorn, 14 Tommy Seymour, 13 Nick Grigg, 12 Sam Johnson, 11 Sean Maitland, 10 Pete Horne, 9 Greig Laidlaw, 8 Josh Strauss, 7 Jamie Ritchie, 6 Magnus Bradbury, 5 Jonny Gray, 4 Grant Gilchrist, 3 Simon Berghan, 2 Stuart McInally, 1 Allan Dell
In panchina: 16 Fraser Brown, 17 Alex Allan, 18 Zander Fagerson, 19 Ben Toolis, 20 Gary Graham, 21 Ali Price, 22 Adam Hastings, 23 Darcy Graham
Arbitro: Nic Berry
Marcatori: 14′ m. Ntamack tr. Ramos, 18′ cp. Ramos, 26′ cp. Laidlaw, 42′ m. Huget, 75′ m. Alldritt, 78′ m. Price tr. Laidlaw, 80′ m. Aldritt tr. Serin

Foto – Instagram/sixnationsrugby

Rispondi