6 Nazioni femminile: è Grande Italia contro l’Irlanda

Continua la striscia positiva delle azzurre, ancora imbattute nel torneo.

Tre risultati positivi su tre, cinque su cinque se si calcola il finale del Torneo 2018. L’Italdonne riprende a correre dopo il mezzo passo falso di Lecce con il Galles e supera il tabù Irlanda a Parma. Mai battute prima nel 6 Nazioni, le azzurre superano per 29-27 le irlandesi e salgono momentaneamente in vetta alla classifica – ma soprattutto portano a casa altri 5 punti d’oro in ottica qualificazione mondiale.

Avvio dirompente dell’Italia che recupera l’ovale sul drop di inizio gara. Barattin detta il ritmo, le irlandesi soffrono la pressione e al 3’ Sillari punisce la loro indisciplina con 3 punti. Continua a macinare gioco la formazione di Di Giandomenico che al 8’ trova la via della meta: Barattin innesca la corsa interna di Furlan, c’è il sostegno di Franco a destra, ma soprattutto quello di Muzzo che va a schiacciare . Sillari trasforma per il 10 a 0 per le Azzurre. Tempo un minuto e arriva però la reazione della squadra ospite con Considine che scippa in volo l’ovale dalla ricezione di Stefan su un calcio di Fowley, involandosi in area di meta. Il piede del numero 10 irlandese è però impreciso e si resta sul 10 a 5. Le italiane non ci stanno e lanciano la loro controffensiva da un calcio nel box stoppato da Franco. E’ la stessa numero 7 azzurra che andrà poi a siglare la seconda meta italiana. Da posizione defilata Sillari è impeccabile e allunga sul 17 a 5 al 16’. Gelo al Lanfranchi al 18’ quando un errore di trasmissione concede a Considine la possibilità di andare a segnare la sua doppietta personale. Fowley completa il gioco da 7 punti, accorciando lo score sul 17 a 12. Sale l’intensità verde nella parte finale del primo tempo e al 31’ Fowley incamera ulteriori 3 punti punendo un fuorigioco azzurro nei 22 metri difensivi. Quinto fallo italiano e touche in zona d’attacco per l’Irlanda. Il raccogli-e-vai di Caplice è quello vincente e al 35’ arriva la terza marcatura irlandese. Fowley centra i pali ed è controsorpasso Irlanda, avanti 17 a 22. Nelle ultime battute del primo tempo le Azzurre ritrovano la verve di inizio gara e, dopo aver rubato il possesso da mischia chiusa, vanno a marcare con Stefan. Il calcio di Sillari suona bene ma centra il palo e le squadre rientrano negli spogliatoi su un equilibrato 22-22.

Avvio a parti invertite quello del secondo tempo con l’Irlanda che prova a costruire per la marcatura nei primi minuti. Il calcio di Fowley per Considine è però lungo e si riparte da una mischia chiusa. Stefan buca la difesa ospite, trova la corsa di Sillari ma le irlandesi si salvano concedendo una penalità. Barattin beffa la guardie, trova anche un sostegno interno, ma è nulla di fatto e l’Irlanda libera al piede. Il tabellino si sblocca al 50’ sulla splendida giocata personale di Muzzo lungo l’out di destra che da placcata raccoglie nuovamente l’ovale da terra e firma l’assist per Franco. Sillari trasforma e al 52’ è Italia conduce 29 a 22 sull’Irlanda. Nei minuti  centrali della seconda frazione di gioco le ragazze di Di Giandomenico sono padrone del territorio, complici quattro falli irlandesi concessi nel giro di 10 minuti. Le Azzurre non riescono però ad approfittarne, vedendosi al contrario schiacciate nei loro 5 metri. Dalla ripartenza da touche Fowley calcia per Miller che sigla la meta che riporta a stretto contatto nel punteggio le avversarie. Il calcio di Fowley è però corto e si resta sul 29 a 27. Nel gelo di Parma si irrigidisce anche il gioco dei minuti finali del match. Ne approfittano le Azzurre che gestiscono bene il possesso nei punti di incontro. Da una touche in zona d’attacco al 79’ l’Italia non può far altro che aspettare lo scadere del tempo. Rigoni calcia infine fuori dal campo e il Lanfranchi esplode per la strepitosa impresa.

2 commenti su “6 Nazioni femminile: è Grande Italia contro l’Irlanda

  1. Brave, bravissime. Ammetto che dopo la seconda meta irlandese ho avuto un po’ di scoramento. Forse invece che con l’U20 la maggiore maschile dovrebbe fare allenamenti congiunti con le ragazze, a vedere come giocano queste c’è da applaudire e basta
    Un appunto, l’irlanda ieri ha tirato fuori un bel po’ di quel gioco al piede che è stato un po’ il “talk of the week” nel rugby femminile, dicendo come sia un elemento ancora poco sfruttato.

Rispondi