6 Nazioni: Italia, arriva Riccioni

Conor O’Shea ha rilasciato cinque giocatori in vista della sfida di domenica contro l’Irlanda, mentre chiama il pilone della Benetton.

 Lo staff tecnico della Nazionale Italiana Rugby guidato da Conor O’Shea ha convocato Marco Riccioni per il match contro l’Irlanda, terzo impegno dell’Italrugby al Guinness Sei Nazioni 2019 in calendario domenica 24 febbraio alle 16 allo “Stadio Olimpico” di Roma, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Pilone classe 1997 e in forza al Benetton Rugby, Riccioni dopo aver fatto la trafila delle Nazionali giovanili FIR è stato capitano della Nazionale Italiana Under 20, oltre ad essere stato già selezionato nella rosa dell’Italrugby da O’Shea durante il Sei Nazioni nella passata stagione. Il pilone abruzzese si unirà al gruppo azzurro nella giornata odierna per preparare la partita contro l’Irlanda.

Cinque, invece, i giocatori che sono stati rilasciati ai propri club di appartenenza e che saranno a disposizione in vista degli impegni di campionato del prossimo weekend: Callum Braley, Giulio Bisegni, Marco Barbini, Carlo Canna e Luca Sperandio. Nella giornata di domani alle 14 Conor O’Shea al CPO Giulio Onesti di Roma annuncerà la formazione che domenica affronterà l’Irlanda.

13 commenti su “6 Nazioni: Italia, arriva Riccioni

  1. Mah, capisco la nazionale prima di tutto, ma se sai già che gente come Zanon e uno tra Pasquali, Riccioni e Ferrari non giocherà, perchè privarne Treviso (che ora chi schiera a pilone dx?).
    Spiace molto per Barbini, andremo con Negri-Mbdanà-Steyn, ma se manco quando Parisse si infortuna fa giocare il nostro 8 più tecnico, non so che dirgli.
    Speriamo bene.

  2. Quindi rilascia Barbini e toglie un altro pilone dx a Treviso. Rommel gli fa un baffo! Comunque.complimenti, non era facile danneggiare due squadre (e probabilmente un movimento, visto che I po dei Leoni sarebbero un successo per tutto il rugby italico) in un colpo solo

  3. Beh, quella di Riccioni è la goccia che fa traboccare il vaso.

    Lui sarà legittimamente felice della convocazione e questo dovrebbe esser sufficiente a sedare la stizza che provo nel pensare che contro i Dragons non abbiamo nemmeno un vero pilone dx.

    Mi sforzo.
    Mi sforzo ancora.
    Mi concentro.
    Respiro.
    Faccio un giretto nello studio.
    Respiro di nuovo.

    Poi mi ritornano in mente anche le mistificazioni di Malagò.

    Non ce la faccio: stizza a gogo

  4. Io credo che il selezionatore della nazionale italiana di rugby abbia smarrito rotta e principi iniziali per non parlare del buon senso.
    Credo che non basterebbe una vittoria sui trifogli a giustificare la sottrazione di tutti i piloni titolari e di rincalzo della Benetton più una squadra di rugby al completo. Di certo il chiaro menefreghismo della situazione sportiva del club più rappresentativo dell’italrugby abbassa la credibilità di quello che avevo applaudito al suo arrivo ma che giorno dopo giorno sta sempre più appiattendosi sullo stesso livello di chi lo precedette.
    Sacrifichiamo la prestazione di chi lotta per un obiettivo concreto per andare ad inanellare la 20esima sconfitta consecutiva nel 6N. Forse poi si parlerà di momentum e di focus, di occasioni mancate e di orgoglio ma io continuerò a non capire dove lo skipper sta portando la barca, sempre che sia lui che dirige la barca, se invece è ceduto al riparo sottocoperta e la rotta la fa l’armatore…

  5. Riccio dovrebbe essere andato perchè Ferrari potrebbe avere qualche problemino, Bradly se non ricordo male non dovrebbe avere ancora la documentazione necessaria per esordire con l’Italia , giusto perchè si facciano le opportune considerazioni , tenendo presente di ciò se vero.

  6. Finirà che diventano simpatiche le Zebre che vanno a farsi pettinare all’Umberta con sette coscritti oltre alla lungodegenza e 5 permit col permesso dei genitori: zitti, pedalare, e in 36 ore far tutto quel che serve sperando che il grande manager gli abbia pagato il viaggio di ritorno. Avrà diritto la nazionale a chiamare chi gli pare o serve una mancetta e gli spicci oltre i 4 milioni? Chiama Stefo con i titolari rotti? Chi se ne frega del 6N? Riusciranno mai a Treviso a non fare incazzare il resto d’Italia, Veneto compreso? Ai posteri.

Rispondi