Pro 14: Zebre molto belle, ma il Leinster si salva

Si è appena conclusa allo Zaffanella di Viadana la sfida tra i bianconeri e i campioni in carica di Dublino.

Ottovolante d’emozioni a Viadana oggi. Primo tempo folle, con Leinster che domina per 22 minuti, poi quando in superiorità numerica lascia spazio alle Zebre che rimontano tre mete in meno di dieci minuti. E la battaglia punto a punto continua anche nella ripresa, ma alla fine sono i dubliners a imporsi.

Primo tempo

Dopo un inizio di studio, la prima folata è irlandese dopo cinque minuti e arriva un fallo delle Zebre, con Ross Byrne che sceglie la touche nonostante la posizione centrale dell’infrazione. E la seguente maul non trova la reazione bianconera e Max Deegan va in meta. Al 10′ occasione d’oro per le Zebre. Renton si inventa un passaggio a Paula Balekana, con il trequarti che libera Canna solo, ma l’apertura non controlla l’ovale e avanti. Dubliners che trovano facilmente i buchi per attaccare, Zebre che soffrono in difesa e sono obbligati ad arretrare. Così al 13′ l’ennesimo placcaggio mancato dà palla a Dave Kearney che si invola e seconda meta per gli ospiti. E’ un monologo irlandese, le Zebre sono molto fallose per resistere e il primo quarto di gioco si chiude con il Leinster che ha una mischia sotto i pali bianconeri.

Così al 22′ arriva la terza meta per il Leinster con Ross Byrne che entra senza difficoltà, mentre all’ennesimo fallo delle Zebre arriva anche il cartellino giallo per Jimmy Tuivaiti. Al 25′ finalmente si vede la squadra di casa in attacco, con una touche nei 22. Bella e prolungata azione bianconera e Leinster che si salva solo con un fallo, ma non si salva subito dopo, quando Licata sfonda, poi palla a Brummer che schiaccia in meta. E match che a sorpresa si riapre due minuti dopo. Dubliners in attacco alla ricerca della meta del bonus, ma su un passaggio sbagliato il più attento è James Elliott che raccoglie l’ovale e si invola fino alla linea di meta e seconda meta bianconero in inferiorità. E subito dopo ancora Zebre che dominano una mischia su introduzione Leinster e conquistano una punizione. E al 38′ arriva la terza meta in meno di dieci minuti per i padroni di casa, con Gabriele Di Giulio che schiaccia alla bandierina e Zebre a -2 dopo che Canna manca i pali da posizione angolata. E così il primo tempo si chiude un po’ a sorpresa sul 21-19 per il Leinster, con le Zebre che però rimontano dal 21-0 con tre mete nel finale.

Secondo tempo

Si riparte, dunque, dal +2 per il Leinster. Sempre molto attente le Zebre in campo, mentre gli irlandesi sono indisciplinati e regalano metri e possesso ai padroni di casa. Ma al 49′ brutto pallone perso in attacco da Biagi, palla raccolta da Barry Daly che prima si invola, poi calcia, rincorre l’ovale e schiaccia in meta, ma il TMO annulla per una avanti iniziale e si salvano i padroni di casa. Zebre troppo fallose in questa fase e, così, al 54′ il Leinster può tornare nei 22 offensivi e dopo una lunga azione è Fardy a ricevere al largo e schiacciare per l’allungo oltre il break e il punto di bonus. Allo scadere dell’ora di gioco nuova folata delle Zebre, spinte da un ottimo Licata e punizione guadagnata al 60′.

E sull’ennesimo vantaggio per le Zebre Canna passa al largo dove c’è Brummer e meta del bonus anche per i bianconeri, che tornano a -4. Leinster che mostra segni di nervosismo e Mbandà ruba palla e con un calcio mette in difficoltà gli ospiti che si rifugiano in touche. Con Leinster in attacco le Zebre conquistano una punizione, riparte velocemente Renton, guadagna tanti metri e un altro fallo degli ospiti dà una chance importante nei 22 ai padroni di casa a poco più di 10 minuti dalla fine. Molto fallosi i dubliners e ancora un’occasione per le Zebre che cercano la meta del sorpasso. Ma un avanti in ruck di Renton spreca tutto. E così, dopo la paura, torna in attacco il Leinster e al 75′ mette le mani sul match con la meta di Conor O’Brien che chiude il discorso. Irlandesi che, a questo punto, allungano ancora con la meta di Max Deegan che punisce le Zebre e Leinster che vince 40-24

ZEBRE – LEINSTER 24-40

Sabato 16 febbraio, ore 15.30 – Stadio Zaffanella, Viadana
Zebre: 15 Francois Brummer, 14 Gabriele Di Giulio,13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Boni, 11 James Elliott, 10 Carlo Canna, 9 Joshua Renton, 8 Giovanni Licata, 7 Jimmy Tuivaiti, 6 Maxime Mbandà, 5 George Biagi, 4 Samuele Ortis, 3 Giosué Zilocchi, 2 Oliviero Fabiani, 1 Daniele Rimpelli
In panchina: 16 Luhandre Luus, 17 Danilo Fischetti, 18 Dario Chistolini, 19 Apisai Tauyavuca, 20 James Brown, 21 Riccardo Raffaele, 22 Paula Balekana, 23 Nicolas De Battista
Leinster: 15 Dave Kearney, 14 Adam Byrne, 13 Rory O’Loughlin, 12 Conor O’Brien, 11 Barry Daly, 10 Ross Byrne, 9 Jamison Gibson-Park, 8 Caelan Doris, 7 Max Deegan, 6 Josh Murphy, 5 Scott Fardy, 4 Ross Molony, 3 Andrew Porter, 2 James Tracy, 1 Jack McGrath 
In panchina: 16 Bryan Byrne, 17 Peter Dooley, 18 Michael Bent, 19 Mick Kearney, 20 Jack Dunne, 21 Hugh O’Sullivan, 22 Noel Reid, 23 Jimmy O’Brien
Arbitro: Ian Davies 
Marcatori: 7′ m. Deegan tr. R.Byrne, 13′ m. D.Kearney tr. R.Byrne, 22′ m R.Byrne tr. R.Byrne, 30′ m. Brummer tr. Canna, 33′ m. Elliott tr. Canna, 38′ m. Di Giulio, 55′ m. Fardy tr. R.Byrne, 61′ m. Brummer, 75′ m. C.O’Brien, 79′ m. Deegan tr. R.Byrne
Cartellini gialli: 22′ Tuivaiti

Foto – Instagram/zebrerugby

3 commenti su “Pro 14: Zebre molto belle, ma il Leinster si salva

  1. Adesso ha un senso.
    Lasciato nell’attaccapanni dello spogliatoio un gioco a tutti i costi brillante, le Zebre han giocato, per me, la miglior partita fra quelle che ho visto.
    Difesa che inizia a diventare solida (nonostante il passivo) e attacchi lineari ma non per questo banali.
    Parmensi e trevigiani sono più vicini all’avere la stessa idea di gioco il che credo che faccia un gran comodo alla Nazionale e semplifica le scelte di O’Shea.

  2. Credo ci siamo talmente abituati a livelli bassi che vedere giocare un buon rugby ad “una italiana” (sia club, franchigia o nazionale) per 10′ faccia esplodere l’entusiasmo. Le zebre hanno giocato 10′ nel primo tempo e poi il nulla. Meglio di altre prestazioni? Si ma da qui a molto belle. A fine match hanno preso 6 mete.Un match con lunghi periodi di gioco rotto e carnevale in campo da entrambe le parti. Dopodiché siamo nel periodo meglio di così…e crediamo che queste “pacche nelle spalle” servano al movimento? Allora oltre che molto belle ci sta anche fantastiche…se dobbiamo drogarci perché limitarsi

Rispondi