6 Nazioni 2019: O’Shea “Credo in questo gruppo”

Parole ottimistiche e fiducia nella squadra per il ct dell’Italia alla vigilia della sfida contro il Galles.

Mattinata di lavoro intensa ieri sul campo per l’Italrugby che dopo aver svolto l’allenamento odierno al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” ha fatto rientro all’NH Collection Vittorio Veneto, head quarter degli Azzurri in questa settimana di preparazione verso la gara contro il Galles.

“Dobbiamo lavorare su tutte le cose che possiamo controllare – ha esordito Conor O’Shea – e la partita contro la Scozia ne è un esempio. Giochiamo ad un livello molto alto contro avversari duri. Per noi è una grande sfida dal punto di vista mentale e fisico. Se ci alleniamo bene, come in questa settimana, sono sicuro che in futuro possiamo essere sempre più competitivi. Stiamo preparando la prossima partita per vincerla”.

“Noi vogliamo mettere sotto pressione i nostri avversari per cercare di incrementare verso l’alto il nostro livello. Dobbiamo lavorare sempre e tenere l’attenzione alta. Io credo che se manteniamo uno standard alto in allenamento possiamo raggiungere risultati molto importanti. Credo molto in questo gruppo. Le persone al di fuori del nostro ambiente sono libere di poter pensare che si tratti di qualcosa di impossibile. Io non la penso così: ho a disposizione ragazzi di grande valore. Il nostro focus deve essere improntato su noi stessi”.

“Ripartiamo dagli ultimi dieci minuti contro la Scozia – ha dichiarato Tommaso Allan, mediano di apertura di Italrugby e Benetton Rugby –  dove abbiamo fatto delle buone cose in attacco. Abbiamo analizzato i nostri errori in settimana e lavorato duramente per migliorarci nelle varie fase di gioco. Sarà una partita difficile quella di sabato ma siamo in grado di raccogliere un buon risultato. E’ una squadra fisica con giocatori veloci che sanno muovere bene la palla. Dobbiamo cercare di alzare la pressione ed essere performanti nei punti di incontro: come sempre lì sarà una battaglia”.

Sono molto contento di partire titolare all’ala – ha esordito Edoardo Padovani – non è il mio ruolo ma come sempre darò il 100% in campo per la squadra e centrare la vittoria. Dobbiamo migliorare l’esecuzione nelle uscite dalla nostra area difensiva e da gesti tecnici individuali. Sabato contro il Galles vogliamo fare 80 minuti ad alta intensità e mostrare il nostro vero gioco. Contro la Francia i gallesi sono stati molto cinici e hanno sfruttato al meglio le occasioni avute. Dovremo essere bravi anche noi a capitalizzare ciò che creiamo”.

Rispondi