6 Nazioni: Nardella “Firenze potrebbe ospitare qualche match”

Nonostante il flop di pubblico contro la Georgia il primo cittadino del capoluogo toscano insiste per avere il rugby in città.

“Penso che Firenze si potrà candidare per ospitare anche qualche partita del Sei Nazioni di rugby che, secondo me, non deve rimanere solo a Roma ma si deve giocare anche in alcune importanti città italiane. Con successo abbiamo già ospitato alcune partite della Nazionale”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ospite negli studi di ‘Toscana tv’.

Nardella, però, sembra dimenticare un paio di cose. La prima è che, salvo casi particolari, le partite del Guinness Sei Nazioni si disputano nelle capitali dei Paesi coinvolti ed è difficile “giustificare” lo spostamento. In secondo luogo, dopo il successo di pubblico per Italia-Sudafrica del 2016, negli ultimi due anni a Firenze il pubblico non ha risposto e contro la Georgia il Franchi aveva quasi più tifosi georgiani che italiani.

Foto – Instagram/dario_nardella

5 commenti su “6 Nazioni: Nardella “Firenze potrebbe ospitare qualche match”

  1. Duccio ma per favore : nel galles d’Italia quanti spettatori c’erano a Padova? e quanti ce n’erano sempre li dopo la vittoria col SA?.

  2. duccio per favore!
    quanti spettatori c’erano a Padova con Aulstralia^
    e quanti spettatori c’erano sempre a Padova dopo la vittoria contro il SA?

    Ma non hanno giocato a Nizza lo scorso anno Francia Italia? non mi sembra fosse stata nominata neanche temporaneamente capitale di Francia!

    polemica per niente!!

  3. cioè qui c’è un sindaco,uno solo, che si dice disponibile a ospitare la nazionale quando tutti gli altri non dicono una mazza o una meazza e si parla di dare fiato alle trombe’
    mah…. mah…

  4. tre anni consecutivi nella stessa città trasforma il TM da evento atteso a noioso rito novembrino…
    i risultati della nazionale sono tali per cui non si riesce a fare il tutto esaurito nemmeno con gli ABs…
    e vedrai che buchi ci saranno sabato all’olimpico, dato che mentre la “Scozia-cosa-porta” festeggia l’ennesimo tutto esaurito a Murrayfield, persino contro di noi, noi facciamo i saldi al 50% sui biglietti del 6Ns…
    la colpa beninteso non è del pubblico italiano, ma di chi gli propone spettacoli tristi come quelli di sabato scorso…
    la prestazione della nostra nazionale è stata semplicemente imbarazzante…
    pagare per certi spettacoli è attività masochista (ed io da buon masochista tutti gli anni ne vedo almeno una…)

Rispondi