Australia: Cheika si salva, Larkham no

Il tecnico dell’attacco dei Wallabies è stato esonerato dalla Federazione e a breve verrà annunciato il sostituto.

In molti si aspettavano l’addio di Michael Cheika dopo i test di novembre, e invece il tecnico resta ben saldo alla guida dei Wallabies in vista della Coppa del Mondo di settembre in Giappone. A pagare, invece, i pessimi risultati del recente passato sarà Stephen Larkham, assistant coach di Cheika e responsabile per le strategie d’attacco dell’Australia.

Larkham è stato esonerato nelle scorse ore e, dunque, è lui a pagare per le sole 4 vittorie su 13 match nel 2018. Secondo la ceo della Federazione, Raelene Castle, i pessimi risultati dei Wallabies nascono anche a causa delle filosofie di gioco di Larkham e Cheika, filosofie in contrasto l’una con l’altra e che, dunque, hanno portato alla scelta di sacrificare l’ex apertura.

Un commento su “Australia: Cheika si salva, Larkham no

  1. A quanto ho letto io in giro non è stato esonerato ma gli è stato chiesto di farsi da parte per accettare il ruolo di coaching per gli allenatori, quindi in realtà sempre nella federazione australiana lavora

Rispondi