Rugby 7s: a Sydney le migliori soffrono

Nella notte italiana si è disputata la prima giornata della tappa australiana delle Women’s Sevens World Series. Ecco come è andata.

Vola la Nuova Zelanda, che conquista tre successi su tre, ma alle spalle delle Black Ferns 7s le altre migliori faticano. Conquistano i quarti di finale, ma cadono a sorpresa e i playoff prevedono subito scontri diretti che potrebbero ribaltare la classifica generale nelle Women’s Sevens World Series.

Cade con Irlanda e Russia il Canada, attualmente secondo in classifica, e così le nordamericane si troveranno proprio la Nuova Zelanda di fronte ai quarti di finale. Anche gli USA, attualmente terzi, inciampano a sorpresa con la Spagna – che trova un posto nei playoff – e affronteranno la Russia. Le spagnole, invece, se la vedranno con un’Irlanda che ha fermato le canadesi, mentre con la Russia ha impattato.

L’ultimo quarto di finale vedrà in campo la Francia che ha eliminato l’Inghilterra contro le padrone di casa dell’Australia. Le campionesse olimpiche, in crisi quest’anno, battono Spagna e Cina, ma cadono contro gli USA.

SYDNEY 7S – FASE A GIRONI

RUSSIA V IRELAND 7-7
CANADA V FIJI 36-12
ENGLAND V FRANCE 14-27
NEW ZEALAND V PAPUA NEW GUINEA 38-5
USA V CHINA 26-10
AUSTRALIA V SPAIN 19-0
RUSSIA V FIJI 12-21
CANADA V IRELAND 14-15
ENGLAND V PAPUA NEW GUINEA 36-5
NEW ZEALAND V FRANCE 31-7
USA V SPAIN 14-21
AUSTRALIA V CHINA 24-7
IRELAND V FIJI 24-19
CANADA V RUSSIA 7-12
FRANCE V PAPUA NEW GUINEA 53-0
NEW ZEALAND V ENGLAND 29-0
AUSTRALIA V USA 12-19
CHINA V SPAIN 12-14

SYDNEY 7S – QUARTI DI FINALE

NEW ZEALAND V CANADA
RUSSIA V USA
IRELAND V SPAIN
AUSTRALIA V FRANCE

Foto – Mike Lee/KLC fotos for World Rugby

Un commento su “Rugby 7s: a Sydney le migliori soffrono

Rispondi