6 Nazioni 2019: Irlanda, la formazione per sfidare l’Inghilterra

Joe Schmidt ha annunciato la formazione per la sfida che già assegnerà una bella fetta del Torneo 2019.

Robbie Henshaw alla prima da titolare a estremo dopo l’esordio nel 2013 con gli USA, la coppia Sexton/Murray che si ritrova in mediana nonostante i problemi fisici degli ultimi mesi. In generale, probabilmente il XV migliore che Joe Schmidt ha attualmente a disposizione per sfidare l’Inghilterra nella sfida tra due favorite per il titolo.

IRLANDA

15 Robbie Henshaw, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Josh van der Flier, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Devin Toner, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best, 1 Cian Healy
In panchina: 16 Sean Cronin, 17 David Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 Quinn Roux, 20 Sean O’Brien, 21 John Cooney, 22 Joey Carbery, 23 Jordan Larmour

6 commenti su “6 Nazioni 2019: Irlanda, la formazione per sfidare l’Inghilterra

  1. Ciao Duccio, subito a bomba sulla scelta di Henshaw: non e’ il debutto da titolare in NAziolnale nel ruolo per HEnshaw. I suoi primi anni a Connacht giocava proprio estremo ed e’ li’ che inizialmente fu anche usato in NAzionale.
    Venendo alla scelta, un segnale di non estrema fiducia oggi come oggi per Larmour contro avversari ben coperti nel ruolo e che hanno l’astuzia tattica per puntare ai suoi punti debili. Da dire che henshaw non gioca estremo da un bel po’ una partita intera, e in nazionale da parecchi anni.

    Per il resrto il XV titolare e’ bene o male quello, le uniche discussioni sarebbero Henshaw/Aki se Kearney fosse al 100% e magari in terza tra Leavy, VdF e SOB chi sarebbe il titolare fossero tutti al 100%. In panchina ovviamentre ci sarebbe uno tra Beirne ed Henderson per Roux e probabilmente MArmion per Cooney ma bene o male questa IRlanda arriva con un 23 solido e forte. In settimana la grande discussione e’ seguita dopo gli “attacchi” di gioco noioso da parte degli inglesi, ma son le solite stoccatine del gioco psicologico pre partita, schjmidt ed i giocatori credo se ne freghino il giusto se continuano a vincere…e personalmente non sono d’accordo ma sono di parte.

    Non motlo da dire sulla aprtita, sara’ una battaglia durissima visti i loro 23, una aprtita dura e complicata aperta ad ogni risultato.

      1. Onestamente contro chi non lo ricordavo proprio 🙂

        Comunque scelta che puo’ essere interpretata in tante maniere, di scerto comunque non un segnale incoraggiante per Larmour e ancor meno per Addison la cui capacita’ di ricoprire piu’ ruoli dovrebbe essere il suo punto di forza per trovar spazio nei 31 per il Giappone…cosi’ Schmidt sembra andare nella direzione di voler usare HEnshaw in questo senso.

        Ovviamente su tutte queste scelte con un Kearney che non e’ al 100% (giocato maluccio una settimana fa con gli Scarlets) si aggira il “grande escluso” Zebo

    1. secondo me più che mancanza di fiducia verso Larmour, la scelta di Henshaw è per tutelare Sexton. Sicuramente nel mirino degli inglesi e magari di qualche entrata un pò più cattiva del solito. Alla fine vedremo in difesa Sexton spostato estremo e Henshaw sulla linea. Con questa difesa Tuilagi si ridimensiona parecchio, se non esci per infortunio i primi 20 minuti…

      1. Sexton in difesa e’ probabilmente la miglior apertura in circolazione con Farrell, e’ anni che placca e dalle sue parti son pochi quelii che passano. Quando il choke veniva chiamato spesso era il primo uomo sul placcaggio a tenere alto l’avversario. PEnsare che Sexton abbia fragilita’ in difesa per me ha ben poco senso per quanto ha fatto in carriera con Irlanda e Leinster. Certo si puo’ parlare dei gomiti alti in faccia dei Bastareaud ed altri che gli son anche costati una frattura alla mandibola anni fam ma qua spetta agli arbitri controllare.

        Io penso che la scelta vada molto piu’ vista in pottica chiudere il cerchio dei 31 per il Giappone perche’ i posti son quelli

  2. Anzi piu’ ci penso piu’ credo che in realta’ siamo davanti ad una mossa in ottica 31 per il mondiale. Alla fine della fiera i posti sono 31, la suddivisione avanti-trequarti dovrebbe essere 19-12 forse 18-13 calcolando che con Beirne ed Henderson ha giocatori che possono giocare sia in seconda che in terza.
    Quindi i posti dietro son quelli che sono. Escludendo infortuni Henshaw-Aki-Ringrose saranno i centri, Earls-Stockdale-Kearney-Larmour fan 7 aggiungici aperture e mm ed hai altri 4-6 giocatori dipende da come la pensa Schmidt (nel 2015 parti’ con solo 2 mm se ricordo bene). E sono i 12-13 posti. Quindi per uno come Addison non c’e’ spazio. Certo si puo’ discutere che Stockdale anche ha giocatp estremo ad inizio carriera, era l’estremo della U20 che arrivo’ alla finale JWC ed anche con l’Ulster qualche uscita da estremo l’ha fatta, ma penso che in questa scelta ci sia un guardare ai 31 per il Mondiale, perche’ qualcuno deve restare a casa e con un henshaw che comunque va ha senso testarlo in un secondo ruolo.

Rispondi