6 Nazioni 2019: Italia, 26 azzurri per la Scozia

Conor O’Shea accorcia la lista di convocati in vista dell’esordio di sabato. Domani l’annuncio della formazione.

Lo staff della Nazionale Italiana Rugby guidato dal Commissario Tecnico Conor O’Shea ha ufficializzato la lista dei 26 atleti convocati per il match d’esordio al Guinness Sei Nazioni 2019 in calendario sabato 2 febbraio contro la Scozia alle 14.15 locali (15.15 italiane) a Murrayfield, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre. 

Gli Azzurri, dopo due giorni di lavoro intenso presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma, partiranno nella serata odierna per la Scozia. Per il primo turno del torneo nel gruppo azzurro è stato convocato anche Nicola Quaglio. Pilone, classe 1991 e in forza al Benetton Treviso, con la maglia dell’Italrugby ha collezionato 8 caps, ultimo dei quali nel primo test match di novembre giocato a Chicago contro l’Irlanda.

Tra le scelte spiccano le esclusioni di Marco Barbini, cui viene preferito (sic) Jimmy Tuivaiti, e Carlo Canna, con Ian McKinley scelto come opzione alternativa a Tommaso Allan.

ITALIA – convocati

Piloni
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 17 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 30 caps)
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 13 caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 8 caps)
Cherif TRAORE’ (Benetton Rugby, 5 caps)

Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 15 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousian, 99 caps)

Seconde Linee
Dean BUDD (Benetton Rugby, 16 caps)
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 7 caps)
David SISI (Zebre Rugby Club, esordiente)
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 109 caps)

Flanker/n.8
Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 12 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 134 caps)
Abraham Jurgens STEYN (Benetton Rugby, 25 caps)
Jimmy TUIVAITI (Zebre Rugby Club, 1 cap)

Mediani di Mischia
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 28 caps)
Tito TEBALDI (Benetton Rugby, 29 caps)

Mediani di Apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 43 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 4 caps)

Centri
Michele CAMPAGNARO (Wasps, 38 caps)
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 15 caps)
Luca MORISI (Benetton Rugby, 20 caps)

Ali/Estremi
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 55 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby, 15 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 12 caps)
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club, 15 caps)

9 commenti su “6 Nazioni 2019: Italia, 26 azzurri per la Scozia

  1. Se doveva prendere uno delle zebre avrei preferito Mbanda a Tuivaiti, certo il mio sogno era Barbini.. per il resto, a parte i vari infortunati, quelli sono..

  2. Purtroppo dopo aver concesso a COS una fiducia superiore a quella che avevo per Mallet, oggi penso che lui stia navigando nel mondo rugby italiano, cercando di stare a galla, un nonno di Heidi in versione più onesta e scafata. Che riceva ordini e li esegua non è più un dubbio, per me è certezza. Ha convocato Barbini perché in quel momento aveva tutto il teatro contro, ha fatto intendere che è libero di fare e pensare, sotto il controllo del mago G, ma poi ha rimesso i tasselli del puzzle calvino al loro posto. I nemici della federazione del mago a casa, quelli che hanno seguito il chiaro percorso di crescita in lista. Con buona pace, felicità e cotillons di un movimento di peracottari

  3. Delle quattro terze linee nessuno formato in Italia. Meno male che è il reparto con maggiore profondità. Speriamo almeno di vedere Ruzza nei 23

  4. Sul suo blog Paolo giustamente dice che leggendo le rose ben pochi, per non dire pochissimi dei giocatori azzurri andrebbe a rubare il posto a qualcunaltro. Nomina PArisse e Campagnaro ed ha ragione (pero’ non in tutte le rose squadre secondo me), guardando gli infortunati io ci aggiungerei Polledri e Minozzi (e di nuovo non in tutte le squadre) ed e’ chiusa li’.

    Questo e’ vero, pero’ non puo’ neanche continuamente essere la scusa…il materiale e’ quello che e’ non si puo’ fare di piu’ sta diventando un ritornello troppo semplice e banale per coprire gli insuccessi.

    L’Italia non parte con nessun pronostico a favore, ad oggi parte da sfavorita in ognuna delle 5 partite del torneo, ma se si puo’ concordare he magari il risultato in termini di vittoria potrebbe non essere alla portata, bisogna come al solito prima che tutto inizi decidere allora cosa contera’ per fare una valutazione del torneo. Non si possono mettere obiettivi di vittoria…si mettano di punti bonus, mete segnate, differenza punti fatti-subiti…insomma i sia dia degli obiettivi da centrare per dire se e’ stato o meno un torneo accettabile o meno al di la’ del ritornello sugli uomini a disposizione.

  5. Anch’io non condivido la scelta dell’allenatore, Barbini deve fare parte della rosa della nazionale, non possiamo affidarci ai naturalizzati quando nel ruolo siamo coperti da italiani. Non è corretto nei confronti del giocatore e del movimento in genere. Come è stato detto in un commento precedente se la motivazione è che bisognava inserire una zebra allora perché non Mbanda? Comincio a pensare male!

Rispondi