All Blacks: Ma’a Nonu sogna un clamoroso ritorno

Secondo la stampa neozelandese il centro che ha lasciato Tolone per gli Auckland Blues starebbe puntando ai Mondiali 2019.

L’ultima apparizione con la maglia degli All Blacks risale al 2015, quando la Nuova Zelanda conquistò la seconda Coppa del Mondo consecutiva a Londra. Alzato il trofeo, Ma’a Nonu salutò i compagni e firmò un ricco contratto con il Tolone, trasferendosi in Francia. E dopo 103 caps con i tuttineri e a 33 anni quello sembrava un addio.

Ora, però, sembra che le cose siano cambiate. A 36 anni, infatti, Nonu sognerebbe un clamoroso ritorno in nazionale in vista della Rugby World Cup 2019 che si disputerà l’autunno prossimo in Giappone. Secondo la stampa neozelandese il forte centro che ha lasciato Tolone per unirsi agli Auckland Blues spera di convincere Steve Hansen a prenderlo in considerazione per i prossimi Mondiali.

“È tornato con un atteggiamento positivo per contribuire a far crescere squadra e questo è fantastico per noi – ha detto il neoallenatore Leon MacDonald -. Si sta confrontando con i ragazzi giovani, sta lavorando molto sulle skill, e si è dato da fare per sedersi con i ragazzi e dare un suo feedback. È anche alla disperata ricerca di conferme da parte dei tecnici, vuole crescere ancora”.

Di origini samoane, classe ’82, Nonu ha esordito a livello provinciale nel 2002 con Wellington, debuttando un anno dopo nel Super Rugby con la maglia degli Hurricanes. Sempre nel 2003 debuttò negli All Blacks, a Wellington contro l’Inghilterra e, con solo un test match alle spalle, fu incluso nella lista dei convocati alla Coppa del Mondo del 2003 in Australia, in cui Nonu disputò tre match della fase a gironi. Escluso dalla RWC 2007, diventa titolare fisso degli All Blacks dal 2008. In carriera ha raccolto 103 caps e 155 punti con i tuttineri fino al 2015, quando scelse di giocare in Francia.

Foto – Instagram/maanonu

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

Un commento su “All Blacks: Ma’a Nonu sogna un clamoroso ritorno

Rispondi