Australia: Cheika in bilico, Jake White aspetta una telefonata

A metà dicembre l’Aru deciderà le sorti dell’attuale ct che rischia di saltare a pochi mesi dai Mondiali.

Ufficialmente la fiducia a Michael Cheika è stata confermata fino alla Rugby World Cup 2019 in Giappone. Ma in Australia sono in molti a credere che il ct dei Wallabies potrebbe saltare il 10 dicembre prossimo, quando l’Aru si riunirà per una revisione dell’annata appena finita, annata che ha visto l’Australia faticare troppo, con una serie lunghissima di ko. E nella terra dei canguri il nome che rimbalza è quello di Jake White, campione del mondo con il Sud Africa nel 2007.

Da quello che scrive la stampa sarebbe stato lo stesso White, attualmente impegnato in Giappone, a contattare la federazione australiana e a chiedere un colloquio con il Ceo Raelene Castle. E, questa è la vera notizia, la Castle avrebbe accettato, organizzato una phone call con l’ex tecnico del Sud Africa. Telefonata che, però, sarebbe stata cancellata in fretta e furia quando le voci sul colloquio si sono diffuse sulla stampa. La spada di Damocle, però, sulla testa di Cheika.

Foto – Instagram/wallabies

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

Un commento su “Australia: Cheika in bilico, Jake White aspetta una telefonata

  1. Munari, parla con il tuo amico Cheika e poi facciamo il blitz-COS come Dor, Cuttita come scrum coach, W.Smith per i 3/4 e defensive coach, Bortolami touches e spezziamo le reni ….al Belgio

Rispondi