Italdonne: le azzurre emergono dal fango di Prato

Vittoria sofferta (per un’ora) per l’Italia femminile nel test match contro il Sudafrica.

Vince l’Italdonne a Prato contro il Sudafrica, ma le azzurre soffrono più del previsto contro una squadra arcigna e dura, ma soprattutto su un campo difficile, con la pioggia che ha reso il Chersoni un immenso campo di fango. Soffrono, va detto, anche gli appassionati, con lo streaming del match che va a singhiozzo e rende impossibile godersi relamente il match.

Italia che parte in attacco, ma una palla persa regala l’ovale alle sudafricane che in contropiede vanno a schiacciare al 6′ per il 0-7. Immediata, però, la reazione azzurra, con Silvia Stefan che buca la difesa ospite all’8′ e va in meta per il 5-7. Nel primo tempo fatica l’Italia a costruire, anche se domina la scena e per due volte va sulla piazzola, con le azzurre che allungano sull’11-7. A tempo ampiamente scaduto, però, ecco che la mischia azzurra sfonda e Italia che va al riposo sul 16-7 con la meta di Elisa Giordano.

A inizio ripresa si rifà sotto il Sudafrica dalla piazzola, con le azzurre che non trovano il guizzo per chiudere la partita, anche se la superiorità è evidente, nonostante la difficoltà a controllare l’ovale umido e scivoloso. Poco prima dell’ora di gioco arriva un secondo giallo per il Sudafrica e qui il match cambia volto. Accelerano le azzurre, premono e al 58′ è nuovamente Stefan a marcare, dopo aver ricevuto la palla al largo. Al 65′ è una meta tecnica a premiare la squadra di Di Giandomenico e Italia che scappa sul 28-10. Al 74′ prolungata azione sempre delle azzurre, ormai padrone del campo, ed è Ilaria Arrighetti che conclude l’azione iniziata da Micol Cavina e azzurre che vanno sul 35-10.

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

Rispondi