Italia – All Blacks: O’Shea, per i tuttineri Sperandio

Un solo cambio nel XV titolare degli azzurri in vista della sfida dell’Olimpico. In panchina Padovani al posto di Canna.

Luca Sperandio schierato all’ala al posto di Mattia Bellini, uscito infortunato dalla sfida contro l’Australia a Padova. E’ questa l’unica novità nella formazione titolare scelta da Conor O’Shea per affrontare gli All Blacks sabato a Roma. Il trequarti della Benetton, dunque, ritrova il suo ruolo naturale dopo aver giocato a estremo contro Irlanda e Georgia in questo novembre.

L’altra novità è in panchina, dove il tecnico irlandese dà spazio a Edoardo Padovani, inserito con la maglia numero 22 al posto di Carlo Canna, che dunque finisce in tribuna. Per il resto, invece, nessuna novità con O’Shea che conferma il gruppone che ha affrontato sia la Georgia sia l’Australia. “Ci aspetta una grande sfida contro i campioni del mondo in carica. Bisogna avere lo stesso approccio avuto contro l’Australia in campo. Vogliamo chiudere con una bella prestazione i test match di Novembre giocando il nostro miglior rugby” ha commentato O’Shea. Giulio Bisegni, Jimmy Tuivaiti, George Biagi e Renato Giammarioli sono stati rilasciati e saranno a disposizione delle Zebre per il prossimo impegno in Guinness Pro14.

ITALIA

15 Jayden Hayward, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Michele Campagnaro, 12 Tommaso Castello, 11 Luca Sperandio, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Abraham Jurgens Steyn, 7 Jake Polledri, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Luca Bigi, 17 Cherif Traorè, 18 Tiziano Pasquali, 19 Marco Fuser, 20 Johan Meyer, 21 Guglielmo Palazzani, 2 Luca Morisi, 23 Edoardo Padovani

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

7 commenti su “Italia – All Blacks: O’Shea, per i tuttineri Sperandio

  1. In bocca al lupo a Sperandio. Oltre a qualche guizzo in attacco, servirà una sua difesa come si deve, vedendo la gente che ha davanti.

    1. il titolo è meraviglioso e ribadisco che Duccio è più “stronzo” (nel senso di complimento) di me…

      ho l’impressione che Osho abbia la fotocopiatrice bloccata da due settimane…
      mi ricorda gli orologi fermi, che anche loro dicono il vero due volte al giorno…

      prima o poi troveremo una squadra da battere con questi giocatori…

Rispondi