Barbarians: ci sarà anche Benvenuti contro l’Argentina

L’ala azzurra della Benetton Treviso convocata dal club a inviti guidato da Rassie Erasmus.

L’autunno internazionale di Tommaso Benvenuti, ala della Nazionale Italiana e della Benetton Rugby, non si concluderà sabato con il Cattolica Test Match dell’Olimpico contro la Nuova Zelanda Campione del Mondo in carica. Il ventisettenne trequarti di Vittorio Veneto, 54 caps con la Nazionale dal 2010 ad oggi, è stato selezionato per scendere in campo a Twickenham il prossimo 1 dicembre con lo storico Club a inviti dei Barbarians contro l’Argentina.

A guidare gli storici Baa-Baas nella sfida ai Pumas il CT degli Springboks sudafricani, Rassie Erasmus, che porterà nel gruppo alcune delle star verde oro del calibro di Handre Pollard, Eben Etzebeth e Schalk Brits. “Poter indossare la maglia bianconera dei Barbarians è uno degli onori più grandi a cui, anche oggi in epoca di professionismo, un rugbista può ambire. Significa vedersi riconoscere non solo qualità sportive ma morali e di sportmanship che rispecchiano il tipo di giocatore e di persona che ho sempre cercato di essere. Sono elettrizzato all’idea di far parte di questo gruppo straordinario, ma prima voglio concentrarmi e dare il meglio per l’Italia sabato contro la Nuova Zelanda” ha dichiarato Benvenuti commentando la selezione.

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

3 commenti su “Barbarians: ci sarà anche Benvenuti contro l’Argentina

  1. per anni ho criticato un indolente tommaso benvenuti… quello che non sapeva più imporsi a Treviso, a Perpignan, a Bristol e nemmeno appena tornato a Treviso… si era preso suo malgrado 5- 6 anni sabbatici…
    ora è tornato meno esplosivo di quando era un bocia, ma con maggior attenzione difensiva e grandi riflessi che gli hanno spesso consentito interventi provvidenziali… sono contento per lui, il sogno di noi tifosi è di rivedere le galoppate che faceva nell’anno del debutto in celtic…

    una chiamata con i barbarians penso sia il sogno di qualunque rugbista, troppo contento per lui…

Rispondi