Italia – All Blacks: i tuttineri vogliono chiudere l’anno convincendo

Dopo la vittoria di misura con l’Inghilterra e il ko di Dublino la squadra di Hansen arriva a Roma col dente avvelenato.

Gli imbattibili si sono scoperti non così imbattibili. Gli All Blacks stanno vivendo un novembre difficile, con la sfida di Twickenham vinta per un nulla, mentre poi a Dublino l’Irlanda ha concesso il bis in due anni, battendo la Nuova Zelanda. E ora la squadra di Steve Hansen arriva a Roma per affrontare l’Italia di Conor O’Shea e quella che doveva essere la sfida meno probante si è trasformata in un appuntamento fondamentale per i tuttineri.

“Siamo abbastanza consapevoli di gran parte di ciò che offriamo e stiamo cercando di esplorare altre aree di gioco. Chiaramente l’Irlanda ci ha messo in difficoltà, quindi abbiamo un po’ di lavoro da fare contro quel tipo di squadra. I test contro l’Inghilterra e l’Irlanda erano stati molto impegnativi per la squadra – ha detto l’assistant coach Ian Foster, che poi ha guardato all’Italia -. È un sentimento diverso rispetto alle ultime due settimane, non c’è dubbio, ma sabato dovremo essere pronti per una squadra italiana che ci offrirà un’ottima occasione per capire alcune cose. Abbiamo molto da imparare, dobbiamo sistemare alcune cose, quindi è una settimana piuttosto importante per noi”.

Foster, poi, ha ammesso che contro l’Australia l’Italia ha messo in mostra un gioco differente rispetto al passato. “Ci sarà sicuramente qualcosa di nuovo da parte degli azzurri e questa non è una brutta cosa per noi, perché ci obbligherà a prepararci in maniera diversa da come avevamo previsto” ha concluso il tecnico neozelandese.

Foto – Instagram/allblacks

This poll is no longer accepting votes

Vota il Buttiga Player of the Year 2019
7727 votes
VotaRisultati

Un commento su “Italia – All Blacks: i tuttineri vogliono chiudere l’anno convincendo

Rispondi