Gaüzère, cioè quando l’alibi è perfetto

Il Grillotalpa, aka Paolo Wilhelm, torna su Italia-Australia e mette in guarda a non cercare un colpevole facile.

Nel rugby le decisioni dell’arbitro non si discutono: questo il ritornello che conosciamo tutti. A Padova abbiamo visto errori che lasciano davvero stupiti, però no, non abbiamo perso per quello. E mettere l’accento proprio lì è tafazziano.

Lo dico subito, senza girarci attorno: l’Italia vista di Padova non avrebbe battuto l’Australia vista a Padova nemmeno se si fosse giocato per 160 minuti. Intendiamoci, all’Euganeo abbiamo visto nel complesso una discreta Italia contro una pessima (nel complesso) Australia. Il fatto è che oggi i nostri limiti sono superiori ai loro demeriti. Brutale? Forse, ma è così. Continua a leggere su Il Grillotalpa.

2 commenti su “Gaüzère, cioè quando l’alibi è perfetto

  1. Ma secondo te Duccio

    A chi sarebbe rivolta questa istanza?
    Perchè non mi risulta che lo staff della nazionale si nasconda dietro l’arbitro ( e questa è la dicharazione di O’Shea in lingua inglese :

    “But I’m angry because we were denied the try of Tebaldi in the first half. When we play like that and we are not rewarded, I’m angry.

    “Would that change the game? I cannot say. Perhaps the result would not have changed but the mentality changed.

    “In any case, I am proud of this group because we played well.”

    Inoltre i giocatori hanno soprattutto detto che devono fare meno errori ed essere più precisi in fase di esecuzione-

    Allora chi si nasconde dietro l’Arbitro e i suoi errori?

  2. Questa volta per niente d’accordo.Non mi interssa se lo ritene un alibi.Avrei voluto vedere una partita arbitrata bene,non perfetta,ma almeno decentemente arbitrata.Non mi interessa se l’Australia ha problemi,fatti loro.Noi abbiamo i nostri,e se vinciamo,pur avendo problemi,tanto meglio.Ma perdere per l’incapacità di un arbitro,non lo chiamerei alibi.Detto questo,sul campo nessuno si è messo a recriminare sull’arbitraggio o a contestarne l’operato.Zitti e hanno continuato a giocare.A mio modo di vedere sarebbe tafazziano non vedere quello che è successo in campo.Finalmente si è placcato in maniera continua,mentre nelle altredue partite si era lasciati molto a desiderare.Mi è sembrata buona anche la disciplina.Ma non mi venga a dire che l’arbitro non ha influito sulla partita

Rispondi