4 commenti su “Il Tinello di Munari: dalla vittoria sulla Georgia all’Australia, il percorso azzurro

  1. Mah io penso che i Pumas fossero dai media sottostimati, la psrtita e’ andata come si poteva prevedere guardando le formazioni, il XV iniziale Argentino era forte e buono ed i Pumas sono una squadra che spesso e’ riuscita a portare le aprtite contro l’Irlanda sui binari non preferiti dagli irlandesi. Allargando ai 23 si vedeva invece che la panchina avrebbe potuto fare la differenza negli utlimi 20-30 minuti e cosi’ e’ successo.

  2. “Pseudoregole inventate da pseudotecnici che ti legano ed impadtoiano e non servono a nulla” vale da solo i 14 minuti e 30 secondi del Tinello 🙂

  3. Riguardo a Cos : va benissimo e poi c’è gente attorno a lui che fa un gran lavoro !!!
    In quanto a sopra sono un po’ in disaccordo con Munari, ossia , senza ironia, non è che sto gran lavoro si veda poi cosi tanto.
    Poi ricordiamo come condiziona una franchigia come Tv , mentre quella interna fa abbastanza quello che vuole.
    Insomma qualche dubbio dopo 30 mesi è giusto coltivarlo sull’ irlandese….anche se la chiusura sui buoni allievi ( oltre ad eventuali buoni maestri ) mette d’accordo tutti, tradotto : questo passa il movimento attuale, anche grazie a politiche antecedenti Cos.

Rispondi