Ranking mondiale: l’Italia supera la Georgia

Sale anche la Scozia, mentre gli All Blacks allungano ancora in vetta.

La vittoria di Firenze regala all’Italia una posizione nel ranking mondiale di rugby, con gli azzurri che scavalcano proprio la Georgia, che scivola al 14° posto, con gli USA che si avvicinano pericolosamente. Tra le zone più nobili della classifica, invece, sale la Scozia grazie al successo sulle Fiji, mentre perde una posizione la prossima avversaria dell’Italia, l’Australia. In vetta aumenta il distacco tra gli All Blacks e l’Irlanda, con il Galles sempre terzo.

Ranking mondiale

1 New Zealand – 93.58
2 Ireland – 90.12
3 Wales – 86.70
4 England – 85.54
5 South Africa – 83.94
6 Scotland – 82.75
7 Australia – 82.51
8 France – 78.20
9 Argentina – 78.01
10 Fiji – 76.40
11 Japan – 75.24
12 Tonga – 73.84
13 Italy – 73.32
14 Georgia – 72.37
15 USA – 72.32

3 commenti su “Ranking mondiale: l’Italia supera la Georgia

  1. Per coerenza, come non c’è ne fregava un piffero quando si scendeva, allo stesso momento ora non dobbiamo riservare chissà che importanza al ranking.

  2. Attualmente l’Argentina è fuori dalla nostra portata, Tonga e Fiji mi sono simpatiche e poi ci sta che siano dove sono anche perché se non subissero di continuo il ratto delle sabine dalla NZ & Co. chissà dove potrebbero essere.
    Con loro due, comunque, ce la possiamo giocare.
    Quello che non sopporto (mi rendo perfettamente conto che è un approccio gravemente irrazionale) è che il Giappone ci stia davanti. Il Giappone !
    Il Giappone che per me è Sumo, Ginnastica, Pallavolo e Kimono. Punto.
    Ripeto: so che la mia stizza è irrazionale (credo che abbiano iniziato a giocare prima di noi) ma così è, al punto che nel tour dello scorso anno dopo la prima sconfitta ho avuto contestualmente una crisi iperglicemica (pur non essendo diabetico), una di ipertensione (pur avendo la pressione tendenzialmente corretta), una d’asma (pur non essendo asmatico), m’è comparso un eczema su tutto il corpo, forfora a pacchi, diarrea e vomito e non aggiungo altro perché ho una certa dignità.

    Chiedo all’Italrugby di tutelare la salute pubblica e di sorpassare al più presto lorlà.

    Prima che ci scappi il morto.

Rispondi