Italdonne: con la Scozia è una passeggiata

Ottima prestazione delle azzurre a Calvisano, dove la squadra di Di Giandomenico domina le avversarie del 6 Nazioni con tante giovani esordienti.

Inizia con una netta vittoria il novembre dell’Italdonne. A Calvisano le azzurre di Andrea di Giandomenico dominano la Scozia, avversaria anche nel 6 Nazioni, con una formazione che nella prima ora vede un XV d’esperienza, ma che di volta in volta vede entrare tante esordienti che dimostrano di reggere il ritmo in campo internazionale. L’Italia attacca per quasi 80 minuti contro una squadra britannica che ancora deve trovare la quadra e, così, finisce 38-0.

Inizia subito con piglio l’Italia che trova un break con Duca al primo assalto e recupera un possesso al 3° con una controruck mettendo poi pressione al piede con Barattin. Al 4° le ragazze di Di Giandomenico varcano la linea di meta ma l’ovale è tenuto alto dalle scozzesi; dopo l’ingaggio è il centro Sillari a segnare sfruttando una veloce trasmissione al largo sinistro. C’è solo Italia in campo con la neo capitana Furlan che rompe le linea di difesa scozzese, fermata ai 5 metri. L’azione prosegue con alcuni raccogli e vai che portano in meta Duca al 9° con Sillari che trasforma per il 12-0. La Scozia risale grazie al tenuto fischiato a Furlan ma la rimessa è rubata. Risale la difesa italiana con un bel placcaggio della Muzzo e col piede di Barattin. Le Azzurre sono nei 22 al 14° e, dopo alcune fasi statiche, vanno in meta per la terza volta con la seconda linea padovana Ruzza che segna di forza sotto i pali. Scozia pericolosa al 24° con una bella azione della capitana Thomson che entra nei 22; il riciclo per Skeldon è preciso ma è brava la difesa italiana a portare fuori dal campo l’ala scozzese. Gioco spezzettato verso la mezz’ora con Furlan e compagne che possono giocare una rimessa ai 5 metri al 33° dopo il fallo a favore in mischia chiusa fischiato dall’arbitro inglese. Il preciso lancio di gioco manda in meta sotto i pali Arrighetti in prima fase per la quarta segnatura italiana. Al 39° Sillari non rotola via dopo il placcaggio e concede la penal-touche alle scozzesi ai 5 metri; il drive avanzante è ben controllato con l’ovale perso in avanti.

Crescono le ospiti che ad inizio ripresa sono ancora pericolose: bel break sull’ala sinistra di Thomson fermata dal bel recupero della Sillari nei 22. Due falli della difesa italiana fruttano due rimesse del XV di Munro che viene però intercettata da Furlan, fermata poi irregolarmente. E’ la crescente indisciplina italiana a dare territorio alla Scozia, ma anche il 6° fallo delle padrone di casa al 48° non è capitalizzato dalle ragazze scozzesi. Sull’altro fronte invece è pregevole l’azione alla mano fatta di precisi ricicli che portano in meta ancora la Sillari; brava poi a ritrovare il possesso costringendo al tenuto la Evans. L’Italia risponde con un lungo multifase all’ora di gioco che porta il vantaggio a 10 metri dalla meta. Il 5° fallo scozzese viene calciato in touche dalla Barattin ma lo sforzo offensiva è vanificato dal tenuto fischiato alla Franco. Colpiscono ancora le ragazze di Di Giandomenico con la terza meta della Sillari brava a raccogliere un pallone in ruck ai 5 metri involandosi in meta. Al 37° dopo un bell’avanzamento, l’antigioco della Maxwell costa l’inferiorità numerica alle ospiti che non riescono a risalire il campo.

Italia – Scozia 38-0

Italia: Furlan, Muzzo, Sillari, Busato (29’ s.t. Cavina), Stefan, Madia (13’ s.t. Mancini), Barattin (31’ s.t. Sarasso); Giordano, Franco (29’ s.t. Sberna), Arrighetti, Duca (21’ s.t. Tounesi), Ruzza (6’ s.t. Fedrighi), Gai, Bettoni (31’ s.t. Merlo), Giacomoli (1’ s.t. Turani)
Scozia: Rollie, Harris, Thomson, Nelson, Evans (24’ s.t. Sergeant), Martin, Grieve (10’ s.t. Maxwell); Bonar, McMillan L. (24’ s.t. McLachan), Cattigan, Howat (26’ s.t. Winter), Wassell, Kennedy (38’ s.t. Dougan), Skeldon, Cockburn (24’ s.t. Rettie)
Arbitro: Ian Tempest
Marcatori: 5’ m Sillari (5-0); 9’ m Duca tr Sillari (12-0); 17’ m Ruzza tr Sillari (19-0); 34‘ m Arrighetti tr Sillari (26-0); s.t. 12’ m Sillari (31-0); 30’ m Sillari tr Sillari (38-0);

2 commenti su “Italdonne: con la Scozia è una passeggiata

Rispondi