Try of the Year: ecco le più belle mete dell’anno

World Rugby ha annunciato le quattro mete che si giocheranno il titolo di meta del 2018.

C’è Beauden Barrett e la sua meta spettacolare contro l’Australia. Poi c’è Sean Maitland, con l’incredibile meta corale segnata dalla Scozia contro l’Inghilterra lo scorso 6 Nazioni. Poi c’è di nuovo All Blacks – Wallabies, con la meta di un Brodie Retallick scatenato che prima costruisce e poi finalizza. Infine, ecco l’irlandese CJ Stander che segna di potenza e prepotenza contro l’Inghilterra, che con l’Australia suo malgrado è protagonista ‘passivo’ di due mete su 4.

Stiamo parlando dell’IRP Try of the Year, cioè la meta dell’anno, la cui shortlist è stata scelta da una giuria d’eccezione composta da quattro grandi ex: il neozelandese Melodie Robinson, l’irlandese Ronan O’Gara, il gallese Shane Williams e il nostro Marco Bortolami. Il vincitore verrà annunciato il prossimo 25 novembre a Montecarlo durante l’annuale gala di World Rugby. Eccole.

Rispondi