Pro 14: col Leinster non basta la difesa a Treviso

Si è conclusa a Monigo la sfida tra la Benetton e i dubliners, che vincono meritatamente.

Arriva l’autunno a Monigo e Benetton e Leinster si affrontano in una giornata fresca e umida, con la pioggia che fa capolino di tanto in tanto. Match che inizia con un minuto di silenzio in ricordo di Gilberto Benetton, scomparso lunedì scorso. Poi si parte ed è il Leinster a imbastire il primo attacco. E’ un attacco veemente, ma con la difesa biancoverde che fa arretrare i dubliners e azione lunghissima che si risolve al 5’, quando un calcetto trova la Benetton incerta, palla raccolta da Adam Byrne e prima meta del match. Prova subito una reazione la squadra di casa, la cui leggerezza in prima e terza linea viene anche evidenziata dal terreno pesante, ma non riesce a sfondare. Benetton che perde una touche e irlandesi che possono riproporsi. Una veloce ripartenza di Hayward al 14’ riporta Treviso sul piede avanzante con una touche sui 22 offensivi. Ora è Treviso a fare il match, ad avanzare con Leinster sulla difensiva e al 18’ un fallo dei dubliners permette ai padroni di casa di conquistare una touche a ridosso della linea di meta. Ancora un fallo degli ospiti e ancora una touche quando si chiude il primo quarto di gioco.

Ma Treviso sbaglia la rimessa e occasione persa. Ma Sgarbi e compagni insistono, Leinster è molto fallosa e il piede di Rizzi riporta i biancoverdi a una rimessa sui 5 metri. Fatica a concretizzare, però. Treviso, mentre gli irlandesi sono molto fallosi (5 falli a 1) e al 26’ Rizzi mette i primi punti con una facile punizione tra i pali. Rob Kearney è sempre pericoloso palla in mano, e Leinster si riporta subito in attacco, con Treviso che fatica a difendere e al 30’ arriva subito la seconda marcatura di una squadra di Dublino molto cinica e concreta che va a segno con James Tracy. Passano i minuti con Leinster che insiste palla in mano e Treviso che difende con ordine e si va al riposo con Leinster avanti 12-3.

Treviso che inizia male la ripresa con Pettinelli che perde subito l’ovale e regala a Leinster subito un attacco. In difesa, però, i biancoverdi sono micidiali e i dubliners non riescono a portare a casa punti. Al 46’ infortunio alla spalla per Rob Kearney, mentre è sempre la squadra irlandese a fare il match. Soffre la Benetton in touche e in mischia e al 51’ arriva la terza meta per il Leinster che allunga deciso. Sbaglia troppo Treviso palla in mano e perde troppi possessi per rendersi pericolosa in attacco. E un errore in ricezione di Hayward su un calcio irlandese dà la quarta meta, con Andrew Porter che marca al 59’ per il bonus ospite.

Orami il Leinster detta i tempi del match, con Treviso chiuso nella sua metà campo che subisce la superiorità irlandese. Si resta così a lungo sul 26-3 per i dubliners, con i giocatori biancoverdi in sofferenza fisica in questo finale di partita. L’ultima fiammata del Leinster arriva al 76’, quando al largo va in meta Tomane per il +28 irlandese.

BENETTON TREVISO – LEINSTER 3-31

Sabato 27 ottobre, ore 16.00 – Stadio Monigo, Treviso
Benetton: 15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Antonio Rizzi, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Marco Barbini, 7 Michele Lamaro, 6 Giovanni Pettinelli, 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Hame Faiva, 1 Derrick Appiah
In panchina:16 Tomas Baravalle, 17 Alberto De Marchi, 18 Simone Ferrari, 19 Alessandro Zanni, 20 Marco Lazzaroni, 21 Tito Tebaldi, 22 Tommaso Iannone, 23 Angelo Esposito
Leinster: 15 Rob Kearney, 14 Adam Byrne, 13 Rory O’Loughlin, 12 Robbie Henshaw, 11 Joe Tomane, 10 Ross Byrne, 9 Jamison Gibson-Park, 8 Max Deegan, 7 Dan Leavy, 6 Seán O’Brien, 5 James Ryan, 4 Scott Fardy, 3 Tadhg Furlong, 2 James Tracy, 1 Jack McGrath
In panchina: 16 Bryan Byrne, 17 Ed Byrne, 18 Andrew Porter, 19 Ross Molony, 20 Rhys Ruddock, 21 Hugh O’Sullivan, 22 Noel Reid, 23 Conor O’Brien
Arbitro: Ben Whitehouse
Marcatori: 5’ m. A.Byrne, 26’ cp. Rizzi, 30’ m. Tracy tr. R.Byrne, 51’ m. O’Brien tr. R.Byrne, 59’ m. Porter tr. R.Byrne, 76’ m. Tomane

3 commenti su “Pro 14: col Leinster non basta la difesa a Treviso

  1. Sono molto deluso sia dalla squadra che da Crowley e compagnia.
    La squadra era improvvisata e dentro questa improvvisazione sono naufragati tutti …in touche poi…
    Si pensi che hanno trovato spazio un p.p. e due giocatori dopo un lungo infortunio ma con zero minuti di gioco ovviamente…la partita era proprio adatta a questo
    E qui non di può non notare la differenza di comportamento di Zebre e B.Treviso nei confronti delle necessità della nazionale, e non è la prima volta.
    Secondo la mia opinione stiamo ancora una volta mettendo in pericolo gli obiettivi dichiarati dalla società, e siamo solo ad ottobre ciò è deludente e non contribuisce a fidelizzare gli appassionati.

    1. La benetton ha fatto bene a schierare tale formazione sia in previsione novembrina sia PRO 14.
      Leinster di ieri era più forte di quello battuto scorsa stagione e pensre di far risultato contro di loro che meditavano vendetta era utopico!
      Gli anni (mal)passati insegnano ed ora hanno numericamente una rosa che può consentire ricambio e possono dare possibilità ai giovani di crescere che come dice giustamente kinky quelli bravi devono giocare in Celtic.

  2. Sono pienamente d’accordo con @Alfra2.
    Deluso ed infastidito.
    Deluso da società e staff che stanno mettendo a repentaglio il raggiunginento di importanti obbiettivi ed infastidito dal fatto che la franchigia della Fir abbia un riguardo pari a Zero nei confronti della Nazionale mentre Treviso continua ad assecondarla in ogni modo.
    A me non ha stupito la formazione messa in campo dal Benetton contro il Leinster ad ina settimana dall’inizio dei Test, a me ha stupito quella delle Zebre!
    A me ha stupito il dare riposo ad alcuni giocatori fondamentali x il Benetton contro l’Agen in una partita che si sapeva decisiva x il raggiungimento o meno dei Quarti in Challenge!!

Rispondi