Rugby mondiale: arriva la “Folau rule”

World Rugby ha introdotto una nuova regola dopo l’ammonizione controversa dell’estremo dell’Australia.

Gli interventi in aria, quando due giocatori stanno tentando di recuperare un pallone calciato in alto, sono da sempre controversi. Qual è il limite tra un intervento regolare e uno volto a far perdere l’equilibrio in aria all’avversario? Qual è il confine tra un intervento sul pallone e uno volontario sull’avversario? Ma, ancora di più, di chi è la colpa se un giocatore sospeso nel vuoto cade male?

Una polemica che era esplosa nuovamente durante la sfida di giugno tra l’Australia e l’Irlanda. Un palla alta viene contesa dall’estremo dei Wallabies Israel Folau e dal capitano irlandese Peter O’Mahony. O’Mahony cade male e Israel Folau viene squalificato per una settimana. Facendo infuriare i Wallabies, convinti che la caduta di O’Mahony fosse dovuta al fatto che il suo compagno CJ Stander lo avesse sollevato male e non per l’intervento di Folau. E, ora, ecco che World Rugby cambia le regole.

“I giocatori che sostengono o sollevano un compagno di squadra devono far scendere il giocatore a terra in modo sicuro non appena la palla viene vinta da un giocatore di una delle due squadre” recita quella che è già stata definita la “Israel Folau rule”.

3 commenti su “Rugby mondiale: arriva la “Folau rule”

  1. Di quella partita ricordo una cosa. 10 minuti dopo il giallo a Folau (che si interessa solo del pallone ma sfiora in aria O’Mahony, che cade male perchè sollevato) in una ripartenza analoga Kearney fa un intervento molto simile (probabilmente più volontario) su Foley, che disturbato in aria lascia cadere il pallone in avanti e…. calcio di punizione per l’Irlanda e 3 punti in saccoccia.
    Due pesi e due misure nella stessa partita, tant’è che il placido Cheika abbandona stizzito la postazione
    Penso siano queste le cose che fanno discutere nel rugby piuttosto che la regola in sè

    Poi se proprio proprio vogliamo tutelare i giocatori, che vietino i sollevamenti al di fuori della touche ( e se proprio proprio anche in touche che una volta si riusciva a divertirsi anche senza l’ascensore)

  2. ormai all’arbitro non resta più che tirare la monetina, quando ravvisa qualcosa che sembra un fallo, a forza di regole, regoline o regolette e vari commi ed indicazioni, vale tutto ed il contrario di tutto

    1. Giusto dire che vietando gli ascensori si elimina questo tipo di rischio. In rimessa laterale è comunque rischioso ma questa fase è molto gestita e controllata.

Rispondi