Pro 14: Zebre spente, gli Ospreys vincono senza problemi

Si è conclusa a Parma la sfida valevole per la quinta giornata della Celtic League.

Troppi errori in casa Zebre per poter spaventare degli Ospreys arrivati a Parma con gli uomini migliori. I padroni di casa non carburano con le touche, perdono troppi palloni nei contrasti contro i difensori avversari e, così, finiscono per dover difendere a oltranza e non sfruttare le poche occasioni avute. Finisce, così, con una vittoria dei gallesi e un nuovo ko per la franchigia federale.

Iniziano in sofferenza le Zebre, che perdono subito un pallone in avanti, poi un intervento scoordinato di Tauyavuca regala una punizione agli Ospreys che dopo due minuti vanno per i pali per la prima volta con Sam Davies. Un bel calcio di Palazzani porta le Zebre nei 22 avversari, su rimessa Ospreys, che riescono a liberare, tenendo però i bianconeri in zona d’attacco, che però perdono la touche. Match che resta in equilibrio, con le due squadre che muovono l’ovale soprattutto con i calci. Al 13’ il rimbalzo inganna Canna che tocca l’ovale con il mento prima di annullare in meta e dà una mischia sui 5 metri agli Ospreys che, così, possono andare in meta con Luke Morgan per il 10-0 gallese. Ospreys particolarmente fallosi, ma Zebre che non ne approfittano e non riescono a muovere il punteggio nel primo quarto di gara.

Troppi, invece, gli errori palla in mano dei bianconeri che, così, regalano ancora una volta un pallone sui 5 metri agli ospiti, con le Zebre che difendono bene, pur soffrendo. Troppa frenesia al 27’ per Canna che batte veloce una punizione piazzabile e sul prosieguo dell’azione i bianconeri commettono fallo. Zebre che perdono troppi palloni a contatto con gli avversari e su uno di questi palloni persi rischiano grosso con Morgan che viene portato in touche a un passo dalla meta. Al 30’ Davies trova il drop e Ospreys che vanno a +13. In mezz’ora le Zebre hanno perso quattro touche e 13 palloni palla in mano. Al 33’ prima reale occasione per i padroni di casa che hanno una touche fondamentale dentro i 22 avversari. Rimessa conquistata, maul, fallo Ospreys e nuova touche. Ancora un fallo gallese e questa volta Canna va per i pali per i primi punti italiani. A tempo scaduto fallo delle Zebre in difesa e Ospreys che possono nuovamente allungare dalla piazzola per il 3-16 con cui si va al riposo.

Ospreys che placcano sempre tenendo alto l’avversario e Zebre che così concedono troppi turnover agli ospiti. Sono così gli Ospreys a tenere il pallino del gioco in mano e al 54’ vanno oltre il doppio break con la terza punizione tra i pali per Sam Davies. Poco dopo ennesima occasione persa ed ennesima palla persa dalle Zebre a pochi passi dall’area avversaria. Rischiano grosso le Zebre al 64’, quando una prolungata azione degli Ospreys porta gli ospiti a pochi metri dalla meta, ma una brutta ricezione salva i bianconeri. Un’azione confusa al 70’, però, riporta le Zebre in avanti, con una touche che si trasforma in maul e arriva la meta, con Canna che però centra il palo e Zebre che sono a -11. Soffre in mischia la formazione di Bradley e al 74’ concede una nuova punizione e Davies allunga ancora. Poco dopo bel gesto tecnico di Violi che tiene viva un’azione per le Zebre e sul prosieguo arriva il fallo dei gallesi, ma i bianconeri sprecano ancora.

ZEBRE – OSPREYS 8-22

Sabato 29 settembre, ore 16.00 – Stadio Lanfranchi, Parma
Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Mattia Bellini, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello, 11 Gabriele Di Giulio, 10 Carlo Canna, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Giovanni Licata, 7 Johan Meyer, 6 Jimmy Tuivaiti, 5 Apisai Tauyavuca, 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Massimo Ceciliani, 17 Daniele Rimpelli, 18 Giosué Zilocchi, 19 Leonard Krumov, 20 Samuele Ortis, 21 Marcello Violi, 22 Francois Brummer, 23 Giulio Bisegni
Ospreys: 15 Dan Evans, 14 George North, 13 Joe Thomas, 12 Owen Watkin, 11 Luke Morgan, 10 Sam Davies, 9 Aled Davies, 8 James King, 7 Justin Tipuric, 6 Dan Lydiate, 5 Adam Beard, 4 Bradley Davies, 3 Ma’afu Fia, 2 Scott Otten, 1 Nicky Smith
In panchina: 16 Scott Baldwin, 17 Rhodri Jones, 18 Tom Botha, 19 Olly Cracknell, 20 Sam Cross, 21 Tom Habberfield, 22 James Hook, 23 Cory Allen
Arbitro: Frank Murphy
Marcatori: 3’ cp. S.Davies, 14’ m. Morgan tr. S.Davies, 30’ dr. S.Davies, 36’ cp. Canna, 40’ cp. S.Davies, 54’ cp. S.Davies, 71’ m. Ceciliani, 75’ cp. S.Davies

Foto – Instagram/zebrerugby

2 commenti su “Pro 14: Zebre spente, gli Ospreys vincono senza problemi

  1. Visto solo il 2 tempo dove in mischia c’erano 5 ragazzini di 21anni : Zilocchi,Ceciliani,Rimpelli,Licata e Krumov(22)che hanno resistito stoicamente a una mischia superiore, per cui non li definirei spenti ma combattenti, non mi aspettavo molto di più.

Rispondi