Pro 14: Treviso, che rabbia a Edimburgo!

Si è conclusa al Murrayfield la sfida tra i biancoverdi e gli scozzesi.

Lotta Treviso, rincorre, risponde colpo su colpi con un Luca Sperandio in stato di grazia. Tre mete per il trequarti biancoverde, che risponde alle mete di Scott, van der Merwe, Kinghorn e Fife. Segna anche Fuser per il bonus mete, e al 72’ segna Barbini. Ma le trasformazioni non entrano e finisce 31-30 per l’Edimburgo.

I Leoni cominciano subito forte al BT Murrayfield passando in vantaggio con il piazzato di Allan. Pochi istanti dopo ci pensa però Hickey a pareggiare i conti per i suoi nella stessa maniera.

Al 9’ i padroni di casa portano pressione nei 22 biancoverdi ma è brava la difesa dei Leoni a recuperare l’ovale con Traore. Trascorrono alcuni minuti, Edimburgo conquista una punizione in mischia e sceglie di andare in touche sui 5 biancoverdi. Serie di pick and go ma la difesa di Budd e compagni è brava a salvare anche in questa occasione.

Al 18’ gli scozzesi passano in vantaggio con la meta del centro Scott che trova il varco nella difesa dei Leoni, Hickey trasforma dalla piazzola. Dopo appena tre minuti i padroni di casa trovano anche la seconda marcatura con Van der Merwe, Hickey trasforma ancora.

I Leoni si fanno sentire al 24’: veramente una bella azione quella costruita dai biancoverdi, conclusa nella migliore maniera da Sperandio ma Allan dalla piazzola sbaglia di poco.

Al 34’ arriva la terza meta da parte di Edimburgo con l’estremo Kinghorn, trasforma senza tanti problemi Hickey. Nonostante il divario, i Leoni sono ancora vivi e così allo scadere di primo tempo vanno in touche, ovale portato a terra e con grinta i biancoverdi vanno oltre la linea di meta con Fuser; Allan questa volta è preciso.

La prima frazione di gioco termina quindi 24 a 15 in favore degli scozzesi.

Nella ripresa sono i padroni di casa ad andare per primi in meta con Fife, infallibile il calcio di Hickey. Al 52’ i Leoni accorciano le distanze con la seconda marcatura di Sperandio ma il calcio di Allan è corto.

Al 59’ arriva anche la tripletta per l’ala trevigiana che riesce a schiacciare oltre la linea di meta prima di essere portato fuori, il calcio di McKinley termina fuori. Al 64’ Bigi non rotola via concedendo di fatto un calcio agli scozzesi che non ne approfittano.

Al 72’ con un forcing offensivo i Leoni trovano la quinta marcatura ad opera di Barbini, rimane l’imprecisione dalla piazzola. Il match termina così 31 a 30 con i biancoverdi che nonostante la sconfitta trovano comunque due punti di bonus.

6 commenti su “Pro 14: Treviso, che rabbia a Edimburgo!

    1. Ciao Gino …. handicap 1 placcaggi non fatti, handicap 2 riguardati la prima trasformazione di Allan dentro chiaramente …. è già la seconda partita che ci fottono le terne in questo caso il segnalinee scozzese e nella classifica reale saremmo già a + 7 rispetto a dove siamo…… continuiamo così che va bene.

  1. Siamo tutti consapevoli che nello sport dove il pallone che si gioca con le mani , i piedi sono fondamentali.
    Noi nel gioco al piede, nelle trasformazioni e punizioni
    siamo in balia della eventuale buona giornata del calciatore.
    Con le ns percentuali abituali faremo poca strada.
    Ahinoi.

  2. Rivista la partita prestando particolare attenzione alla prima trasformazione di Allan: era TRA i pali!!
    Questo fatto non cancella l’esperto numero di errori commessi da Treviso, ma resta il fatto che sono stati 2 punti rubati.
    E Tommaso avrebbe avuto una percentuale di 2 trasformazioni su 3 + 1 punizione

  3. Altrove si discute già ad inizio stagione del “tormentone” turnover in ottica mondiale. Qualcuno asserisce che un turnover meno pronunciato in questo inizio di stagione avrebbe probabilmente portato a risultati diversi. Può essere. Fermo restando che nel corso della stagione i giocatori vanno giustamente fatti ruotare, dal basso della mia ignoranza chiedo: è veramente indispensabile adottare questa metodologia in ottica di una competizione dove, con una probabilità del 99%, l’Italia è predestinata al 3° posto nel girone (indipendentemente dalla formazione che verrà schierata)?

    1. hai pienamente ragione, ma la fed mete soldi nel budget di Treviso, e quindi ha potere decisionale. Se consideri la media delle loro decisioni, capisci bene…
      Il problema è che Treviso, a mio parere, appartiene ad una famiglia che ha uno sproposito di soldi, anche grazie alla fertilità del tessuto trevigiano nel quale hanno seminato molti molti anni fa. Sarebbe ora di ripagare appieno, e tirar fuori l’orgoglio di diventare grandi da soli!!
      Ma tanto certa gente è sorda, godiamoci il gran lavoro di chi ci sta buttando l’anima.

Rispondi