World Rugby: dal 2020 arriva la “Nations Cup”?

Il torneo, con 12 squadre, sostituirebbe i test match di novembre.

Addio ai tour delle nazioni dell’Emisfero Sud in autunno e la nascita di un torneo che ricorda la “Nations League” introdotta quest’anno nel calcio. Un torneo a 12 squadre (ancora non è detto quali queste saranno) con quattro gironi da tre squadre. Le vincenti di ogni girone si sfideranno, poi nelle semifinali e, infine, la finale. Tradotto, invece degli attuali tre test match classici, le nazionali disputeranno tra i 2 e i 4 match a novembre, in base ai risultati.

A spingere per questa rivoluzione, secondo quanto riporta Midi Olympique, sarebbe il vicepresidente di World Rugby Agustin Pichot e la data prevista sarebbe quella del 2020. Insomma, come già nel calcio, anche il rugby punta a dare maggior interesse alle sfide internazionali, trasformando i test match in un vero e proprio torneo.

Foto – Instagram/wallabies

6 commenti su “World Rugby: dal 2020 arriva la “Nations Cup”?

  1. Quindi le Tier2 giocheranno ancora meno, o per niente, con le Tier1. Uno spottone per rendere il rugby uno sport globale, con i più scarsi a giocare fra loro in tornei-Bantustan.

Rispondi